Italia

17 settembre 2007, la protesta dei monaci birmani

la protesta dei monaci tibetaniAccadde Oggi. I “mantelli porpora” scendono lungo le strade birmane in silenzio, in fila, prima da soli, poi affiancati da un lunghissimo cordone di gente qualunque, che si tiene per mano, quasi a proteggere la marcia del silenzio e della libertà.

Settembre 2007 è il mese della protesta, qualche bandiera, ma soprattutto le ciotole capovolte tenute tra le mani, un simbolo, quello di non volere la carità dal regime Birmano che sta strangolando il paese, la lunga marcia contro la povertà e la sofferenza, ha il suo culmine il 16 di settembre, ma continuerà nei giorni successivi, fino agli arresti e agli spari sui partecipanti. Lungo il percorso c’è anche Aung San Suu Kyi, Premio Nobel per la pace, leader dell’opposizione al regime dittatoriale birmano, segregata nella sua casa. A migliaia a pieni nudi,m sotto la pioggia, nel silenzio totale, il lungo cammino per la libertà e la democrazia ancora una volta è silente e non violento, ma taglia come una lama il buio della arretratezza e dell’inciviltà.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico