Esteri

Dopo la Bolivia anche Chavez espelle ambasciatore Usa

Ugo Chavez e Evo MoralesCARACAS (Venezuela). Sulle orme della decisione del presidente boliviano Evo Morales anche Ugo Chavez ha espulso l’ambasciatore americano in Venezuela.

“L’ho fatto per solidarietà con la Bolivia, Patrick Duddy se ne deve andare entro 72 ore”. Ieri, infatti, Morales aveva chiesto l’allontamento dell’ambasciatore americano in Bolivia Philip Goldberg giudicandolo una persona ‘non grata poiché si sarebbe incontrato, in gran segreto, con il prefetto golpista Costas che guida le forze ribelli autonomiste.

In risposta a tale azione anche l’ambasciatore boliviano è statocacciato da Washington. Il portavoce del Dipartimento di Stato Sean McCormack ha affermato: “In risposta una decisione gratuita e conformemente alla Convenzione di Viennaabbiamo ufficialmente informato il governo boliviano della nostradecisione di dichiarare l’ambasciatore Gustavo Guzman persona non grata”.

Analogo sarà il provvedimento per Bernardo Alvarez, ambasciatore venezuelano a Washington, che, però, Chavez ha già richiamato in patria: “Quando arriverà alla Casa Bianca un governo che rispetta l’America Latina manderemo un ambasciatore”.

Il presidente venezuelano, che spesso si scontra con la politica statunitense, ha indicato la nazione a stelle e strisce come la responsabile delle cospirazioni contro l’America Latina: “Questo è troppo, yankee. Ritengo il governo degli Stati Uniti responsabile di tutte le cospirazioni contro le nostre nazioni. Andate all’inferno, yankee di m… Da questo momento, l’ambasciatore yankee a Caracas ha 72 ore di tempo per lasciare il Venezuela”.

Infine, Chavez ha minacciato di sospendere le forniture di petrolio agli Stati Uniti in caso di aggressione contro il suo governo e ha ricordato, in tono di avvertimento, che in territorio venezuelano vi sono due TU-160 bombardieri russi.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico