Esteri

Angola, elettori alle urne dopo 16 anni per eleggere Parlamento

elezioni angolaANGOLA. Alle sette di questa mattina, ora locale, otto in Italia, si sono aperti i seggi in Angola per le prime elezioni parlamentari convocate in tempo di pace.

Sono passati 16 anni dall’ultima convocazione alle urne, che risale al 1992. I 220 posti nel Parlamento sembrano essere contesi essenzialmente da due gruppi politici: l’Unita, l’Unione Nazionale per l’Indipendenza Totale dell’Angola, gruppo ex insurrezionale; e l’Mpla, il Movimento Popolare di Liberazione dell’Angola del presidente in carica, Jose’ Eduardo dos Santos, al potere dal 1975, con l’indipendenza dal Portogallo, e che s’impose anche sedici anni fa. Alla corsa anche una dozzina di fazioni minori. Chiamati a votare sono più di 8 milioni di angolani, che a sei anni dalla fine della guerra civile che per ventisette anni ha sconvolto il Paese, hanno grandi aspettative. “Le cose cambieranno perché abbiamo sofferto tanto per vivere in pace”, ha dichiarato una donna di 65 anni, davanti a seggio in attesa di votare. Il risultato definitivo sarà noto tra circa una settimana.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico