Caserta

Docenti precari: “I sindacati si interessano solo di Alitalia”

 CASERTA. Il Comitato permanente dei Docenti Precari della provincia di Caserta continua a rilevare delle “prassi poco chiare e di dubbia legittimità da parte dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Caserta”.

E riepiloga la sequenza delle operazioni compiute dall’Usp dal 1 agosto 2008 ad oggi:

(1.8.2008) Trasmissione organico di fatto…

(2.8.2008) Le disponibilità per la scuola…

(7.8.2008) Ottimizzazioni delle cattedre,utilizzazioni, rientri ed assegnazioni provvisorie…

(8.8.2008) Rettifiche a utilizzazioni, rientri ed assegnazioni provvisorie…

(21.8.2008) Rettifiche ai movimenti del personale docente della Scuola Primaria…

(27.8.2008) Rettifiche alle utilizzazioni e alle assegnazioni provvisorie…

(28.8.2008) Ripubblicate le graduatorie ad esaurimento definitive…

(30.8.2008) Rettifiche alle utilizzazioni e alle assegnazioni provvisorie…

(1.9.2008) Rettifiche alle utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie della scuola primaria…

(3.9.2008) Rettifiche alle utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie della scuola secondaria…

(16.9.2008) Rettifiche alle utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie della scuola primaria…

(17.9.2008) Rettifica ai trasferimenti del personale docente di scuola secondaria di 1° grado…

(19.9.2008) Rettifiche ai trasferimenti del personale educativo…

(22.9.2008) Rettifica ed integrazione al Calendario convocazioni per la stipula dei contratti a tempo determinato.

“A quanto pare – continuano – questo Ufficio è solito porre in essere degli atti in via provvisoria, per poi rettificarli successivamente; non sarebbe più opportuno fare i dovuti controlli prima onde evitare confusione ed errori? Restando in argomento, i coordinatori del Comitato riportano una nota del dirigente del suddetto Usp (prot. 1631 del 03/09/2008) nella quale si dichiara di aver applicato i criteri del Ccnl ‘… nel pieno rispetto delle istruzioni ministeriali e della massima trasparenza’. Poi, in una nota successiva (prot. 1056 del 10/09/2008) indirizzata ai Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche di ogni ordine e grado, il medesimo Ufficio (su indicazione della D.R. Campania) rende noto (perché solo oggi?) che i titoli di specializzazione per il sostegno rilasciati da diversi Enti per la formazione non sono stati riconosciuti e si richiede, quindi, la verifica di detti titoli sia per il personale in servizio a tempo indeterminato che per quelli con incarico a tempo determinato. Di quale legalità e trasparenza si parla? Inoltre, a proposito di riserve e di invalidità (senza voler intaccare la privacy di nessuno), il Comitato invita il suddetto Usp di Caserta ad attivarsi per la revisione di tutti i riservisti presso una Commissione Medica militare. Per quanto riguarda, invece, il coinvolgimento delle organizzazioni sindacali (a parte le chiassose manifestazioni di piazza), i capigruppo del Comitato si chiedono perché c’è questa grande attenzione (più che legittima) verso i 3.250 lavoratori di Alitalia (per i quali sono anche previsti degli ammortizzatori sociali), mentre della sorte di oltre 141.000 persone (precari ed esuberi previsti) non si interessa concretamente nessuno. Ovvero, tutte le iniziative sono valide se portano ad un risultato concreto; l’unica certezza che oggi abbiamo sono le diverse centinaia di docenti precari (solo in provincia di Caserta) che si ritrovano senza un lavoro, senza una dignità personale, senza un sostegno economico, senza una prospettiva futura e senza alcun diritto di vedersi riconoscere i tanti anni di lavoro spesi in un settore della pubblica amministrazione destinato, ormai, al fallimento”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico