Caserta

Apertura anno scolastico, cerimonia a Piedimonte Matese

De FranciscisCASERTA. “La giornata di oggi ha fatto segnare il regolare inizio dell’anno scolastico in tutti gli istituti della provincia di Caserta. Siamo orgogliosi di questo dato e rendiamo merito a tutte le Istituzioni pubbliche che hanno lavorato per renderlo possibile”.

Lo ha affermato il dirigente dell’ufficio scolastico provinciale di Caserta, Vincenzo Di Matteo, nel corso della cerimonia d’inaugurazione del nuovo anno di studi promossa dalla Provincia ed ospitata dal Liceo classico-scientifico di Piedimonte Matese, “Galileo Galilei”.

“Nei tre anni di nostro mandato amministrativo – ha spiegato il presidente della Provincia, Sandro De Franciscis – abbiamo dato notevole impulso alla crescita del sistema scolastico, con la realizzazione di istituti ex novo e la riqualificazione e messa in sicurezza dell’intero patrimonio edilizio. La scelta di tenere nell’alto Casertano il tradizionale appuntamento di apertura delle lezioni – ha poi proseguito – vuole essere il segnale dell’attenzione verso le qualità e le potenzialità di questo comprensorio, che oggi ci sentiamo di candidare a territorio trainante per lo sviluppo dell’intera provincia”.

intervento di De FranciscisA Piedimonte Matese la Provincia ha consegnato stamane, in concomitanza dell’apertura del nuovo anno scolastico, una nuova ala del liceo “Galilei”, costituita da dieci aule e laboratori moderni. La struttura è stata realizzata secondo i più elevati standard di sicurezza ed è dotata di video-collegamenti tra aule, di infissi speciali e di un nuovo sistema anti-intrusione per fronteggiare le scorrerie dei vandali. A questo proposito il presidente De Franciscis, nel rilanciare la campagna contro il vandalismo nelle scuole presentata sabato in provincia, ha voluto dare atto alla popolazione studentesca locale “di aver guadagnato la palma di studenti più virtuosi, coloro che hanno fatto registrare il minor numero di danneggiamenti alle strutture”.

Alla cerimonia, che è poi proseguita all’Istituto alberghiero di Piedimonte Matese, sono intervenuti, tra gli altri, il vescovo della Diocesi di Alife-Caiazzo, monsignor Pietro Farina, il prefetto di Caserta, Ezio Monaco, il sindaco della città di Piedimonte, Vincenzo Cappello, il preside del liceo, Pasquale Izzo, gli assessori provinciali Ferdinando Bosco, Enrico Milani, Franco Capobianco, Maria Carmela Caiola, i consiglieri provinciali del collegio, Renato Ricca ed Enzo Di Franco. La difesa del bene comune e la necessità che dai ragazzi arrivi il forte messaggio teso a salvaguardare e tutelare il patrimonio scolastico sono i temi che hanno caratterizzato tutti gli interventi.

“In soli 18 mesi di impegno da parte della Provincia – ha sottolineato il preside Izzo – abbiamo visto nascere quest’opera che cade nel quarantennale dell’autonomia del nostro istituto. Abbiate per questo rispetto – ha concluso Izzo rivolgendosi agli studenti – del frutto del lavoro delle Istituzioni che, destinato a tutti voi, rappresenta il vostro futuro”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico