Campania

Parte la XIII edizione del PizzaFest

pizzaNAPOLI. A margine della serata di apertura del PizzaFest 2008, è intervenuto, il Presidente del Comitato della Tutela e Valorizzazione della Pizza Napoletana S.T.G. (specialità tradizionale garantità), Rosario Lopa.

“Ormai in tutti i paesi del mondo, – afferma Lopa – l’alimento pizza è presente ma non è prodotto con i giusti elementi e con le dosi più equilibrate, indispensabili per una corretta alimentazione e per proseguire, nel modo più opportuno, i canoni della ricetta tradizionale Partenopea. Gli ingredienti base della pizza sono essenzialmente poveri e di facile reperibilità (farina, pomodori, mozzarella) e consentono una preparazione veloce purché si impieghi una tecnologia avanzata e uno specifico know how. Raggiungendo una visione d’insieme più ampia sui comportamenti e i bisogni attuali propostoci dalla figura Rosario Lopaprofessionale dell’esercente pizzaiolo e dall’operatore dipendente, bisognerà organizzare corsi per dare la possibilità a giovani interessati alla ristorazione di apprendere la professione del pizzaiolo e prepararli ad un inserimento nel tessuto sociale/economico della ristorazione stessa. Questa considerazione si è evidenziata maggiormente in relazione alle ricerche di opportunità di recupero, mirato e valido ad offrire una concreta risposta ad una richiesta specifica espressa nel settore turistico e ristorativi, riuscendo ha tenere alti gli standard qualitativi dei prodotti e della preparazione. Bisognerà organizzare, ribadisce il Presidente del Comitato, dei veri e propri Expo della Pizza Stg per mettere ha confronto le varie realtà che compongono la filiera. Sicuramente il PizzaFesta è un ottimo punto di partenza. Metteremo in campo gli strumenti della comunicazione diretta – ha sottolineato Lopa – dove i consumatori potranno verificare la qualità delle materia prime, la maestria nella preparazione, la professionalità degli operatori e il coretto utilizzo delle attrezzature ( forni, pale, impastatrici ecc. ecc.), oltre ad un serrato controllo dei prezzi che garantirà il consumatore. Gli ultimi dati statistici in nostro possesso, ci dicono in maniera inequivocabile che c’è una particolare attenzione su tutto quello che rappresenta il marchio italiano di qualità nel settore agroalimentare. La pizza è stata da sempre il prodotto per eccellenza del made in italy e della dieta mediterranea. La consapevolezza degli sforzi fatti per la tutela, valorizzazione e promozione della Pizza e in particolare quella a marchio Specialità Tradizionale Garantita – ha concluso Lopa – ha fatto si che il consumatore si senta più tutelato grazie anche alla conoscenza del prodotto degustato”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico