Campania

Napoli, Centro Direzionale nel degrado

Centro Direzionale di NapoliNAPOLI. “Non si può non esprimere piena solidarietà al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli per il degradato del Centro Direzionale, ovvero del luogo in cui gli stessi sono costretti a lavorare”.

Centro Direzionale di NapoliE’ quanto afferma Antonio Sicignano, vicepresidente dei Circoli della Libertà della Campania, a seguito delle recenti vicende di cronaca che hanno visto alcuni avvocati napoletani denunciati all’Autorità Giudiziaria per aver affidato le loro auto ai parcheggiatori abusivi.

Centro Direzionale di Napoli“Nessuno – aggiunge Sicignano – vuole contestare la legalità del provvedimento adottato dai Vigili di Napoli, ma è evidente che, in uno stato attuale così degradato, denunciare chi è stato costretto a lasciare la propria autovettura in balia dei parcheggiatori abusivi, senza adottare soluzioni idonee a risolvere le gravi problematiche che affliggono i fruitori della cittadella giudiziaria, equivale proprio a vedere la pagliuzza ma non accorgersi della trave. Più volte abbiamo denunciato l’abbandono del centro direzionale napoletano e di recente abbiamo realizzato anche un dossier fotografico da dove si evincono chiaramente le condizioni in cui versa l’intera zona. Tutte le scale mobili che partono dal piano sottostante non sono funzionanti, e quello che rimane degli impianti è in condizioni disastrose. Lo stesso discorso vale per gli ascensori, fermi ed, allo stato attuale, inutilizzabili”.

Inoltre, secondo Sicignano, il decadimento della modernità ha rialzato le barriere architettoniche. “Oramai è diventato un centro direzionale vietato ai disabili – accusa l’esponente dei Circoli – La pavimentazione dei viali è, in molti tratti, sconnessa, e la stessa cosa si può dire per le griglie a caditoia, che mancano dappertutto. Le fioriere, oramai prive di piante, si sono trasformate in molto meno eleganti cestini porta rifiuti. Le scale che portano al seminterrato del grattacielo della Sip – accusa ancora l’esponente dei circoli della libertà campani – sono diventate luogo di ritrovo per diseredati, tanto che oltre alla sporcizia giace persino un vecchio materasso. La megavasca ornamentale, poi, che si trova di fronte al fabbricato del consiglio regionale, realizzata con mosaici di alto valore artistico, e per la quale sono stati certamente spesi un bel po’ di soldi, è in condizioni inaccettabili”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico