Aversa

Processione Madonna di Fatima tra la monnezza

Processione tra i rifiutiAVERSA. “E’ una vergogna. Se il sindaco e i suoi assessori non sono capaci di tenere pulito almeno il percorso di una processione che vadano a casa. Tutti e subito!”.

E’ questo il commento raccolto durante la manifestazione religiosa svoltasi nella serata di venerdì 12 settembre che ha visto centinaia di residenti del quartiere Annunziata sfilare, con fiaccole accese, per accompagnare la statua di Nostra Signora di Fatima nelle strade del rione. Una fiaccolata suggestiva, organizzata secondo i canoni di quella che si svolge ogni sera a Fatima, conclusa poco prima delle ore 22 con fuochi pirotecnici. Partita della chiesa dell’Annunziata la fiaccolata si è snodata da Porta Napoli lungo la parte terminale di via Di Iasi, percorrendo poi via Michelangelo, via Botticelli, via Belvedere, per terminare li da dove era cominciata: nella chiesa dell’Annunziata. Un percorso breve, annunciato da tempo alle autorità municipali che hanno provveduto a garantire un impeccabile sevizio d’ordine, affinché il corteo non fosse disturbato da automobilisti e motociclisti. E proprio la presenza dei vigili urbani ha dato spunto di riflessione a numerosi partecipanti.

Processione tra i rifiuti“Il servizio d’ordine – hanno affermato alcuni – dimostra che l’Amministrazione è stata informata per tempo di questa manifestazione che, del resto, è diventata una tradizione ad Aversa, proprio come la festa della Madonna di Casaluce, e allora perché non si è provveduto a far togliere i rifiuti dalle strade che avrebbe dovuto percorrere il corteo?”. Una presenza nauseante per i fedeli che hanno dovuto tapparsi il naso e trattenere il respiro durante le soste, obbligate per ottemperare alla necessità di sostituire chi portava a spalla la pesante statua di Nostra Signora di Fatima, effettuate all’angolo tra via Michelangelo e via Botticelli e all’angolo tra via Botticelli e via Belvedere. “Avremmo dovuto fare la processione indossando mascherine protettive” hanno commentato alcuni partecipanti dopo quest’ultima sosta che è stata particolarmente lunga. Poi hanno aggiunto: “Se l’emergenza rifiuti ad Aversa è ancora presente per tanti motivi, come la mancanza di automezzi efficienti dichiarata dall’assessore Moschetti. Se il prelievo dei rifiuti si fa saltuariamente, si fa solo in parte e a zone, essendo stata informata per tempo della manifestazione programmata per oggi (venerdì 12 settembre) come dimostra l’efficiente servizio d’ordine garantito, l’Amministrazione avrebbe potuto far effettuare il prelievo dei rifiuti quanto meno nelle strade che sarebbero state attraversate della processione. Non facendolo ha dimostrato assenza di sensibilità e mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini e delle autorità religiose. Sensibilità e rispetto che non mancano quando ad analoghe manifestazioni religiose partecipa il sindaco. E allora che vadano a casa tutti, politici professionisti ed esperti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico