Aversa

Piazza Bernini al buio, residenti protestano

il lampione rotto in Piazza BerniniAVERSA. Ancora una protesta da piazza Bernini. La presenza costante di spazzatura sul percorso in disuso della ferrovia Alifana, non legata all’emergenza rifiuti ma all’assenza di un regolare o, quanto meno periodico, intervento di pulizia della zona …

… per un singolare conflitto di competenza tra Comune e Direzione Alifana non è il solo problema di vivibilità che assilla i residenti. C’è anche la carenza d’illuminazione pubblica. Una realtà che rende pericoloso uscire di casa nelle ore serali per la presenza di microcriminali e tossicodipendenti che battono la zona, favoriti proprio dalla scarsa illuminazione. Realtà segnalata, peraltro, alle autorità comunali. Un problema che dalla notte tra il 15 e 16 agosto è diventato più serio per l’improvviso fuori servizio di uno dei pochi lampioni funzionati della zona.

Piazza Bernini“A creare il fuori servizio – racconta uno dei residenti dell’edificio San Paolo che ha assistito all’evento – è stato uno degli automezzi addetti al prelievo dei rifiuti. Erano da poco passata la mezzanotte della notte tra il 15 e il 16 agosto quando il camion è andato a sbattere contro il palo della luce, infilandosi tra questo e lo stop. In seguito all’urto – continua – il palo si mise a vibrare in maniera preoccupante, ma alla fine l’unico danno che ebbe fu una lieve flessione in avanti e la caduta dell’apparato contenente la lampada”. “Per fortuna – sottolinea il testimone – a quell’ora non c’era nessuno per strada così non vi furono danni alle persone ma la zona restò al buio, anche perché molti dei lampioni di via Vito Di Iasi che avrebbero potuto sopperire all’improvvisa mancanza di luce erano già fuori uso da tempo”.

Circa tre giorni dopo, stando al racconto del testimone, arrivarono gli uomini della protezione civile che, in attesa dell’intervento dei tecnici comunali addetti alla manutenzione, per prevenire danni a passanti e automobilisti delimitarono la zona piazzando alla base del palo d’illuminazione paletti tutto intorno e nastro rosso e bianco. Quel nastro è ancora lì che circonda il palo e adorna lo stop a memoria dell’incidente di quella notte. “Questo – riprende il testimone – malgrado noi residenti ci siamo premurati di segnalare il problema le autorità competenti e, per sollecitare meglio, ci siamo rivolti, in maniera informale, anche al consigliere di maggioranza Nicla Virgilio, una delle tre donne approdate in consiglio comunale”. “Purtroppo – conclude – fino ad oggi non c’è stata risposta”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico