Aversa

La Normanna batte un Melfi…accolto dalla monnezza

Gaetano RomanoAVERSA. I circa 2.000 spettatori che hanno affollato gli spalti del ‘Rinascita’ non speravano più in nulla, si era entrati nel recupero e ormai la partita sembrava volere ad un mesto pareggio, tanto per chiudere al meglio una settimana certamente da dimenticare.

Improvvisa l’invenzione di Gaetano Romano, il 34enne neo acquisto aversano, che con un secco diagonale all’incrocio dei pali va a bucare la porta difesa da Merlano. La gioia sugli spalti è forte, quasi quanto la sorpresa, ma nel calcio ne siamo certi va bene così. La giornata comincia con una di quelle visioni che non vorresti mai avere, quella del bus del Melfi fuori allo Stadio circondato in modo indecoroso dalla immondizia che ancora sovrana regna attorno allo Stadio dopo le attività del mercato ortofrutticolo del sabato mattina. La domanda, quella solita, ma possibile che questo debba continuare ad essere il biglietto di visita della nostra città? Possibile che due giorni non bastino per rimuovere quella schifezza che è sotto gli occhi di tutti? Torniamo alla partita, l’Aversa Normanna a tre punte, ma solo dal 25’ del secondo tempo e non così come era stato promesso, dall’inizio partita, produce e non produce. Unico motorino resta Sibilli con i suoi repentini cambi di direzione, ma stavolta deve pagare “pegno” visto che a soli 3 minuti dall’avvio della ripresa sbaglia un rigore per un fallo di mano di Bizzarri. Questi tre punti sono comunque “fresca aria di montagna” per l’Aversa Normanna che comincia la sua scalata alla classifica del Campionato, domenica prossima c’è il Val di Sagro e lavorando bene in settimana i meccanismi della squadra potrebbero essere ancora meglio sincronizzati. Una battuta che rileviamo tra i fedelissimi della squadra ci colpisce e vogliamo rigirarla: “E’ più facile che l’Aversa Normanna metta la palla in rete, che il Comune di Aversa tolga l’immondizia dalle strade dello Stadio”, forse siamo ripetitivi, ma la vergogna è veramente tanta.

Aversa Normanna : Del Giudice, Baylon, De Angelis, Silvestri (77’ Zolfo), Maraucci, Di Girolamo, Caruso (46’ Carboni), Ottobre, Palombo (55’ Ingenito), Sibilli, Romano. A disposizione: Migliozzi, Improta, Longo. Allenatore Cioffi.

Melfi : Merlano, Ferrato (30’ Bizzarri), Gambi, Bacchiocchi, Gabrieli, Rizzo, Maio, Mitra, DE Angelis, Fummo (76’ Sciannammè), Scappaticci (46’ Frasca). A disposizione : Pettinari, Petagine, Lo Vecchio, Pellicoro. Allenatore : Palombo.

Arbitro: D’Iasio di Bari

La Classifica :

6 punti : Cassino, Scafatese, Cosenza

4 punti : Piscina, Catanzaro, Manfredonia

3 punti : Andria, Aversa Normanna

2 punti : Gela, Monopoli

1 punto : Val di Sangro, Vibonese, Igea Virus, Noicattaro, Isola Liri, Vigor Lamezia, Barletta

0 punti : Melfi

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico