Aversa

“Dinamiche Armonie”, mostra all’ex Macello

Maria Luisa CoppolaAVERSA. Con il patrocinio dell’Assessorato alla cultura di Aversa e corredata da un significativo relativo volume-catalogo, sarà inaugurata sabato 13 settembre, alle ore 19, nelle sale espositive del Centro Culturale – Ex Macello di Aversa, la rassegna pittorica di Giuseppe De Michele, Dinamiche Armonie, …

… presentata dal critico e storico dell’arte Angelo Calabrese e dell’Assessore alla cultura professoressa Maria Luisa Coppola. L’artista aversano dedica questa volta alla sua città un momento essenziale della propria ricerca che continua a meritare lusinghieri consensi di critica e di pubblico, ed ha preso l’avvio da oltre un quinquennio, presentata in spazi istituzionali: a Reggio Emilia, Immagina, a Benevento, Biblioteca Provinciale e Teatro De Simone, a Napoli, Castel Nuovo, tanto per citare tappe significative di un percorso ormai aperto all’internazionalità.

La Galleria Del Mese-Fischer di Zurigo ha infatti sollecitato l’artista ad un momento espositivo, nel quale si concentrerà sul palazzo del Kunstforuminternational l’attenzione delle nazioni europee per le quali quella sede si configura come un punto centripeto. L’artista, coniugando creatività ed eticità, che sono ineludibili per conciliare l’opera con le problematiche sociali, intende proporre l’ordo che deriva dal caos. Ripropone infatti nell’immaginario quei fenomeni naturali che rievocano costantemente il primordio, dal più antico passato quindi, e si raccordano con il presente delle conquiste della scienza e della tecnologia. I fenomeni naturali, nell’esorbitanza di cause fisico-chimiche, nelle loro esplosioni dirompenti suscitano terrore e meraviglia, mentre determinano fenomeni metamorfici che al loro culmine ci fanno consapevoli della vita dove ha più vita e dell’armonia che inevitabilmente sopravviene. Ecco il senso del titolo della rassegna: dalle energie naturali scatenate, come dai nostri pensieri e sentimenti sconvolti, derivano “Dinamiche Armonie”.

Si tratta quindi di una modalità del far arte in concreta adesione con il nostro presente, tenendo soprattutto conto che il vero del mondo non appartiene alle vernici di superficie, ma ferve dietro le facciate, non ultime quelle del perbenismo e dell’ipocrisia. La mostra sarà aperta ai visitatori dal 13 al 21 settembre.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico