Aversa

Centro commerciale, il “No” del Pd

Mariano D'AmoreAVERSA. L’esecutivo aversano del Pd si dichiara nettamente contrario all’ipotesi di realizzazione un centro commerciale nell’area “Cappuccini”, in prossimità dell’Ippodromo.

“La crisi del commercio al dettaglio ad Aversa – si legge in una nota a firma dell’esecutivo guidato da Mariano D’Amoreè un problema reale e prioritario. Rispetto all’esigenza di tutela e di sviluppo razionale del settore, è particolarmente grave che la Città non sia ancora dotata di un Piano Commercio, a distanza di otto anni dall’affidamento dell’incarico per la redazione del Piano da parte dell’allora Amministrazione Golia. L’adozione dello strumento di pianificazione commerciale avrebbe potuto e dovuto scongiurare l’insediamento di altri ipermercati, considerato che Aversa si trova al centro di un territorio ad altissima densità di strutture della grande distribuzione (Teverola, Trentola, Giugliano), che minacciano la sopravvivenza del commercio nei centri urbani. Così non è stato e la mancata adozione del Piano fa sorgere dubbi sui reali interessi che ne sono causa, alla luce delle notizie di iniziative private volte alla realizzazione di centri commerciali nell’area Cappuccini ed in quella dell’ex Texas. Il Pd esprime la propria ferma ed assoluta contrarietà alla realizzazione di nuove strutture di grande dimensione sul territorio cittadino e sollecita l’Amministrazione comunale ad assumere i necessari provvedimenti di pianificazione commerciale ed urbanistica ed ogni altra iniziativa volta a tutelare e promuovere gli operatori commerciali di Aversa. Inoltre, l’ipotesi di insediamento di una grande struttura commerciale nella zona Cappuccini non è accettabile per l’impatto devastante che essa avrebbe su una delle ultime aree verdi, al confine con un territorio a forte urbanizzazione come quello di Giugliano.

Sulla destinazione di questa zona, – concludono i veltroniani – il Pd invita le forze politiche e l’amministrazione cittadina ad un confronto aperto e propositivo, che conduca a scelte trasparenti che consentano l’insediamento di attività economiche compatibili con la tutela e valorizzazione di un’area di grande valenza ambientale e culturale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico