San Nicola la Strada - San Marco Evangelista

L’Udc in procinto di passare in maggioranza?

Gabriella D’Ambrosio SAN NICOLA LA STRADA. Anche se siamo in piena pausa ferragostana, la politica non va in ferie. C’è ancora qualche esponente di rilievo della maggioranza che, per questioni di lavoro, è rimasto in città e racconta della trattativa, già ben avviata, per far entrare l’Udc nella maggioranza del sindaco Pascariello al rientro settembrino.

Per la verità sembra che la questione verrebbe affrontata ad ottobre, quando, secondo gli accordi presi con An, dovrebbe entrare in giunta, al posto dell’architetto Lorenzo Magnifico, assessore alla Cultura, un altro finiano. Prima le attestazioni di stima ed affetto del capogruppo di Forza Italia, Pasquale Delli Paoli, poi le rassicurazioni del coordinatore cittadino dell’Udeur, Domenico Palumbo, fanno legittimamente presumere che a breve ci sarà l’annuncio del cambio di coalizione. Tuttavia, le affermazioni di Delli Paoli, che preme per far entrare Gabriella D’Ambrosio e Nicola D’Andrea nella compagine del sindaco, sono da prendere con le molle. Alla base delle sue dichiarazioni c’è sicuramente un calcolo politico in funzione delle prossime elezioni amministrative del 2011 quando Pascariello non potrà più ricandidarsi essendo già al suo secondo mandato, eppoi, perché da diversi anni, e già nel corso della prima consiliatura, i rapporti fra Forza Italia e Udc sono sempre stati piuttosto “movimentati”. Chi è dentro alle “cose della politica” sannicolese sa che in città la Casa delle Libertà non è mai decollata, in pratica non è mai esistita. Fra Delli Paoli e l’Udc sono sempre state scintille sia quando Fi era ancora all’opposizione sia, a maggiore ragione, quando lo stesso Delli Paoli decise di entrare nella schiera degli alleati fedeli di Pascariello (dopo anni di attacchi feroci alla sua politica d’assalto). Sono in molti a ricordarsi che sino all’ingresso di Fi nella maggioranza di governo il partito azzurro ha sempre sistematicamente bocciato sia i bilanci di previsione che quelli consuntivi, salvo, poi, una volta approdati tra i vincitori delle elezioni, approvarli e difenderli a spada tratta. Molte le accuse che la D’Ambrosio ha lanciato in passato a Delli Paoli, il quale ha sempre risposto per le rime. Insomma, come si dice, sono sempre stati come “il diavolo e l’acqua santa”. Ora, dopo aver fatto nel 2006 una campagna elettorale feroce contro Pascariello, schierandosi all’opposizione, l’Udc decide di “tradire” il suo elettorato, quello stesso elettorato che lo aveva votato perché contrario a Pascariello, anche se aveva stretto un patto d’alleanza con il centrosinistra. Uno scenario che nessuno si aspettava e che molti criticano. L’ingresso dell’Udc in maggioranza creerebbe molti più problemi a Pascariello di quanti ne avesse se fosse rimasta all’opposizione. Infatti, è innegabile che l’Udc avanzerebbe subito un rimpasto di governo perché due consiglieri meritano attenzione. Ma chi sarebbe disposto a fare un passo indietro?

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico