Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

Scavi archeologici, Taglialatela aumenta stanziamenti

Antonio TaglialatelaMONDRAGONE. Pur in un momento di restrizioni generalizzate per le finanze dell’Ente, l’assessore alla Cultura Antonio Taglialatela dà il via libera all’VIII campagna di scavi archeologici …

…e, contrariamente al passato che visto sempre più ridursi gli stanziamenti, ha previsto un incremento sia a favore del professor Marcello Piperno dell’Università “La Sapienza” di Roma che del Direttore del Museo Civico dottor Luigi Crimaco. “I sacrifici a cui andremo incontro non possono esimerci da una volontà politica chiara e innovativa. – afferma l’Assessore alla Cultura, Antonio TaglialatelaAbbiamo voluto dare un segnale forte e autorevole, frutto di coraggio e di determinazione. Un’amministrazione seria e attenta produce tagli intelligenti, ma, allo stesso tempo, valorizza quelle iniziative che sono il frutto di un lavoro e di un impegno che voglio riconoscere. Il Museo Civico di Mondragone è uno dei cinque Musei di Interesse Regionale della Campania – prosegue l’assessore – Tale risultato è stato il frutto di un lungo lavoro intercorso negli anni, ma è necessario ora dare un impulso ed una spinta ancora maggiore. Questo significa, da una parte, prevedere maggiori risorse in virtù degli straordinari risultati che sono stati conseguiti sia a Roccia San Sebastiano che su Rocca Montis Draconis ed oggetto di interesse scientifico a livello nazionale, dall’altra avviare una intensa attività didattica e di coinvolgimento della Città e degli studenti in particolare”.

Particolare apprezzamento è stato espresso sia dal dottor Crimaco che dal professor Piperno, i quali hanno evidenziato, all’unisono, come sia raro trovarsi di fronte ad una così spiccata sensibilità che porti anziché a ridurre a prevedere, addirittura un incremento delle risorse destinate agli scavi archeologici. Gli splendidi risultati ottenuti nelle due campagne di scavo sono visibili al pubblico nelle sale del Museo Civico Archeologico “Biagio Greco”, come anche nei testi in vendita sempre presso il Museo. Il visitatore può, grazie anche all’assistenza gratuita delle guide specializzate, comprendere la ricchezza del patrimonio archeologico e della storia di Mondragone.

“I Beni Culturali – conclude Taglialatela – sono per Mondragone una delle poche risorse immediatamente utilizzabili non solo per innalzare i livelli di qualità della vita dei cittadini, ma anche per dare inizio a costruire uno sviluppo propulsivo di attività turistiche, verso le quali la nostra città, sotto riflettori mortificanti e sofferenti, vuole indiscutibilmente porre in essere. Con una rinnovata coerenza e l’assoluta autorevolezza”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico