Italia

In migliaia per l’addio a Sensi. Insulti e bottigliette contro Galliani

Franco SensiROMA. “Sei sempre stato vicino a noi come presidente e padre. Hai fatto tanto per la Roma e Roma e noi ti abbiamo accompagnato con dignità e delicatezza. Non ti lasceremo solo e non lasciamo la tua famiglia. Ciao presidente, sei sempre con noi”.

Queste le parole, lette da Vincenzo Montella, che la squadra della Roma ha rivolto come ultimo saluto a Franco Sensi, lo scomparso presidente giallorosso le cui esequie sono state celebrate stamani nella basilica di San Lorenzo al Verano. A celebrare il rito Monsignor Francesco Gioia, che, durante l’omelia, ha detto: “Grazie presidente per quello che sei stato, per quello che hai fatto, per la rete di amicizia che hai creato fra di noi. L’assistenza a te di tua moglie Maria è stata eroica”.

Migliaia i tifosi e simpatizzanti della Roma nella piazza del Verano, che hanno ascoltato la funzione grazie ad altoparlanti installati fuori dalla basilica. Tra la folla uno striscione: “Romanista con il cuore e con la mente riposa in pace valoroso presidente”.

Presenti in chiesa, oltre alla moglie Maria e alla figlia e ad della Roma, Rosella Sensi, insieme al marito Marco Staffoli, e a tutta la squadra giallorossa, il sindaco della capitale Gianni Alemanno, il prefetto di Roma Carlo Mosca, il presidente della Figc, Giancarlo Abete, l’ex commissario straordinario della Federcalcio Luca Pancalli, il tecnico della Fiorentina Cesare Prandelli, l’ex allenatore della Roma Carlo Mazzone, il presidente e il tecnico della Lazio Claudio Lotito e Delio Rossi, l’ad del Milan Adriano Galliani, i presidenti di Inter e Juventu, Moratti e Cobolli Gigli, il presidente della Virtus Roma Basket Claudio Toti, giovani in divisa di Palermo, Fiorentina, Milan e Inter, l’attrice Sabrina Ferilli con il compagno Flavio Cattaneo.

Terminata la cerimonia, la bara è stata portata a spalla fino dal capitano Totti, dall’allenatore Spalletti e dai calciatori Baptista, Panucci e Okaka fino al cimitero tra i cori dei tifosi. “Vorrei ringraziare le tante persone che sono sotto il sole, grazie a tutti, la vostra presenza mi ha commosso, gli amici e i parenti e la squadra, in particolare Brozzi,il nostro fido autista Vittorio. E tutti i medici del Gemelli”, ha detto Maria Sensi.

Dopo la morte dell’82enne presidente era stata allestita una camera ardente al Campidoglio dove centinaia di persone erano rimaste in fila fino a stamani, prima che la salma venisse portata in chiesa.

Una mattinata di commozione e solennità macchiata soltanto da un episodio capitato all’ad del Milan Galliani, contestato fuori la basilica da un gruppo di tifosi che gli hanno rivolto fischi e insulti e lanciato anche qualche bottiglietta d’acqua. E’ stato necessario l’iintervento delle forze dell’ordine per scortare Galliani fino alla chiesa.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico