Italia

Anziana muore dopo scippo, arrestato responsabile: era fuori per indulto

carabinieriDESIO (Milano). I carabinieri di Desio, in provincia di Milano, hanno arrestato il 31enne Pier Luigi Russello Saccullo, accusato di essere l’autore dell’omicidio di Antonietta Mariani, la donna di 77 anni che aveva resistito a unoscippo.

L’uomo, pregiudicato con diversi precedenti per rapina e sequestro di persona, era stato da poco scarcerato grazie all’indulto. Secondo le prime ricostruzioni, il 31enne avrebbe seguito la vittima che era in compagnia di un’amica, per poi rapinarla della borsetta una volta rimasta sola.Alla reazione della donna, Saccullo l’avrebbe strattonata e lei è caduta a terra battendo la testa sull’asfalto. Esclusa la versione diffusa in precedenza, che riferiva che la donna era stata presa a bastonate sul capo.Prontamente soccorsa la 77enne è deceduta all’ospedale San Gerardo di Monza dove era stata ricoverata per le profonde ferite al capo. Da quanto si è appreso, lo scippatore ha reso piena confessione dell’omicidio, negando però la presenza di eventuali complici.

I carabinieri sono riusciti a rintracciarlo grazie alla testimonianza di un appassionato di motociclismo che ha fornito ai militari il modello e le caratteristiche esatte della moto, una Honda 950, usata dal pregiudicato. Inoltre, utilissimi si sono rivelati i filmati dell’impianto di videosorveglianza di un supermercato, all’interno del quale Sacculli è stato ripreso con indosso la stessa maglietta utilizzata per lo scippo. Dopo averlo individuato negli archivi, dove era schedato, i militari hanno fatto irruzione nell’appartamento che aveva preso in affitto in via Garibaldi, a Desio. Durante la perquisizione è stata ritrovata la borsetta della Mariani, con pochi euro, mentre all’interno dovevano essercene 800, questa la somma di denaro che la donna portava con sé e che lo stesso Sacculli ha detto di aver speso.

Il 31enne, dopo la scarcerazione qualche mese fa, era rimasto in comunità per qualche tempo per disintossicarsi dall’eroina ma era fuggito dopo breve tempo. I carabinieri ritengono che possa essere responsabile di altri sette scippi avvenuti nell’ultimo mese e mezzo nella zona di Desio. Infatti, nel suo appartamento sono stati ritrovati anche cinque documenti appartenenti a vittime discippi.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico