Gricignano

Antenne, sul web il monitoraggio ambientale della Sun

ripetitore su Viale LibertàGRICIGNANO. Un sistema di monitoraggio costante per misurare le onde elettromagnetiche e, dunque, l’impatto ambientale comportato dai ripetitori di telefonia mobile situati sul territorio.

E’ quello avviato da alcune settimane a Gricignano grazie alla convenzione stipulata tra l’amministrazione comunale guidata dal sindaco e assessore provinciale Andrea Lettieri, su interessamento dell’assessore all’ambiente Giacomo Di Ronza, e la Facoltà di Scienze Ambientali della Seconda Università degli Studi di Napoli. Quest’ultima ha messo a disposizione uno staff di esperti, composto dai responsabili scientifici dottor Carmine Lubritto e dottor Antonio D’Onofrio, dagli addetti alle misure campi elettromagnetici dottor Roberto Formosi e ingegner Gaetano Criscuolo, dagli addetti ai sistemi informativi territoriali e gestine web dottor Mario Racioppoli e dottor Giuseppe De Santo.

centralina di rilevazione in Via SturzoLa mappa dei ripetitori e i risultati delle rilevazioni finora eseguite sono disponibili su internet, sia all’indirizzo www.sa.unina2.it/monitoraggio/cem.htmche attraverso il collegamento sul sito della Provincia di Caserta (www.provincia.caserta.it), nel menù verticale a destra. Sul sito web sono classificati i nove ripetitori collocati sul territorio di Gricignano: i due Tim e Wind lungo Corso Umberto, i due Tim e Vodafone in via Boscariello, il Tim in via Grecini, l’H3g in viale Libertà, il Wind in via Sant’Antonio Abate, il Tim nella zona Asi-area ex Indesit, il Tim nella cittadella Us Navy.

Inoltre, viene documentato il lavoro effettuato tramite la centralina di rilevazione in via Sturzo, nei pressi della villa comunale, che ha già avuto un primo risultato. Lo scorso mese di aprile, infatti, la centralina ha rilevato, nell’area di Corso Umberto e delle zone circostanti, un livello di campo elettrico al di sopra dei limiti consentiti dalla normativa. Subito dopo è stata convocata presso la casa comunale una conferenza dei servizi con l’Arpac e i gestori di telefonia mobile, chiedendo immediati interventi di bonifica, così come è avvenuto.

“Ringrazio la Facoltà di Scienze Ambientali di Caserta per la grande disponibilità mostrata verso la nostra iniziativa. Abbiamo creato un filo diretto con l’Università, affinché il Comune abbia una consulenza valida rispetto a questa delicata problematica”, riferisce l’assessore Di Ronza.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico