Esteri

Arriva “Gustav”, New Orleans evacuata

Ray NaginNEW ORLEANS. Momenti febbrili nella città di New Orleans, già duramente colpita tre anni fa dall’uragano Katrina, ora attende con ansia estrema il nuovo tifone Gustav.

Il sindaco della città, Ray Nagin, ha dato l’ordine di evacuare tutta New Orleans, la paura è che le onde che andrà a formare il vortice del tornado possano nuovamente superare i 3 metri dei “leeves”, i contrafforti che delimitano buona parte della città, facendo da contenimento alle acque “buone” della zona, che potrebbero nuovamente rilevarsi fatali. Con Katrina i danni furono ingenti e le perdite umane superarono le 1500 unità. Nel frattempo il tornado Gustav, classificato dal Centro Nazionale Tornadi come un uragano che varia tra la classe 4 e la 5 (distruzione totale), ha già fatto 85 morti nei caraibi, traCuba, Repubblica Dominicana e Giamaica. Colpita duramente la zona delle coltivazioni di tabacco e caffé nella regione di Pinar del Rio, a ovestdi Cuba,dalla quale sono stati evacuate ben 13.000 persone tra cui circa 1200 italiani in vacanza. Le compagnie petrolifere stanno cercando anche di evacuare tutto il personale che lavora sulle circa 4.000 piattaforme che si trovano del Golfo. Per il sindaco, Gustav è “la madre di tutti gli uragani”, si scontrerà ad una velocità compresa tra i 220 e i 240 chilometri orari con la città nella notte tra lunedì e martedì. Nel frattempo il presidente americano Bush ha allertato i governatori degli Stati interessati ed ormai forti dubbi vi sono anche sulla convention repubblicana che potrebbe avere un programma ridotto o addirittura, come ha riferito lo stesso candidato alla Casa Bianca McCain, spostata ad altra data.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico