Carinaro

Festa S.Eufemia, domenica si innalza l’immagine sacra

Sant'EufemiaCARINARO. Il popolo di Carinaro a vivere i solenni festeggiamenti in onore della protettrice Sant’Eufemia che si svolgeranno dal 3 al 16 settembre.

Reduci da una mancata festa patronale dello scorso anno, il nuovo comitato, costituito in seguito all’istituzione della neo associazione cattolica “Sant’Eufemia” (composto dal presidente Angelo Mauriello, dal vicepresidente Generoso Stabile, dal segretario Marco Francesco Eramo, e dai soci Giuseppe Barbato, Ferdinando Guida, Antonio Guida, Raffaele Andreozzi, Ida Levita, Antonio Compagnone, Francesco Barbato, Francesco Sepe, Francesco Arzano, Salvatore Ferretti, Raffaele Iavarone, Nicola Picone, Domenico Guida, Pasquale Coscione, Raffaele Guida, Gabriele Pipola, Nicola Barbato, Salvatore Piro, Raffaele Di Santo, Domenico De Rosa, Nicola Picone, Nicola Mattiello) si è prodigato tanto per la realizzazione di un programma ricco di novità sia per la parte religiosa che civile dei festeggiamenti stessi, che a breve sarà reso pubblico attraverso dei manifesti.

Intanto, per domenica 3 agosto, alle ore 12.30, in piazza Trieste, sarà innalzata l’immagine sacra di Sant’Eufemia, accompagnata da una batteria di fuochi.

“Anche se la festa, in alcuni suoi tratti, rispecchia lo stile tradizionale di una volta – ha affermato il segretario del comitato Marco Francesco Eramo – due sono stati gli intenti principali del comitato. Il primo quello di riavvicinare di più i fedeli al culto della Santa con la partecipazione alle solenni celebrazioni eucaristiche ed alla rappresentazione teatrale di alcuni tratti più salienti della vita e del martirio di Sant’Eufemia per far conoscere meglio le sue virtù evangeliche. Il secondo, invece, quello di rivolgere una particolare attenzione a tutti gli ammalati e disabili del paese perché, essendo la festa patronale una festa d’amore, ognuno è chiamato a rendersi garante della felicità degli altri, soprattutto delle persone più emarginate della società. A questi, infatti, – conclude Eramo – saranno riservati i posti in prima fila sia nelle funzioni liturgiche che nelle manifestazioni civili”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico