Napoli Prov.

Marano, ignoti incendiano cassonetti e picchiano un autista bus

cassonetti in fiammeMARANO (Napoli). Nella tarda serata di lunedì, a Marano, comune a nord di Napoli, ignoti hanno dato alle fiamme diversi cassonetti dell’immondizia, bloccando il traffico in via Poggio Vallesana, una delle strade che conducono all’area della costruenda discarica del quartiere napoletano di Chiaiano.

Il gruppo, sul quale sta indagando la questura, ha anche assaltato un autobus dell’Anm e malmenato l’autista, costringendolo a scendere dal mezzo. L’uomo è stato ricoverato al vicino ospedale Cardarelli, ma le sue condizioni di salute non sono critiche.

“Sono episodi scellerati che rischiano di vanificare mesi e mesi di protesta democratica promossa dalle tantissime persone perbene che si oppongono alla realizzazione della discarica nel cuore del tessuto urbanistico e naturale di Chiaiano”. E’ il duro commento del sindaco di Marano, Salvatore Perrotta, che aggiunge: “Sono altri i metodi che preferiamo usare, in tutte le sedi legittime, a cominciare dalle sedi giudiziarie dove siamo certi di riuscire a far comprendere le tantissime ragioni che ci spingono ad opporci: abbiamo scelto – ricorda Perrotta – sempre di confrontarci per spiegare il perché del nostro dissenso e proprio sabato prossimo, alla Conferenza dei Servizi convocata dal sottosegretariato per l’emergenza rifiuti, evidenzieremo tutte le assurdità che caratterizzano il carente progetto predisposto per la discarica. Ma non possiamo assolutamente tollerare che, con l’alibi della protesta anti-discarica, vi sia chi compie atti di violenza che condanniamo con fermezza, appellandoci alle autorità affinché individuino ed isolino al più presto gli autori”.

Anche il presidente della Commissione Ambiente del Comune di Napoli, Carlo Migliaccio, stamane in visita al Comune di Marano, ha condannato le violenze: “Spero che li identifichino presto e che li assicurino alla giustizia, perché questi balordi rischiano di rovinare gli sforzi che stiamo facendo per contrastare democraticamente e legittimamente la realizzazione della discarica”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico