Napoli Prov.

Castellammare, finalmente strisce gialle al Corso V. Emanuele

le strisce gialle per i disabiliCASTELLAMMARE DI STABIA (Napoli). Dopo le proteste degli ultimi mesi, sono state realizzate le strisce gialle, in prossimità dello “scivolo” per disabili del Corso Vittorio Emanuele, proprio tra la Banca Stabiese e Banca “Cariparma – Credit Agricol”.

Era stato il Circolo della Libertà di Castellammare di Stabia, presieduto da Antonio Sicignano, a raccogliere le lamentele dei cittadini ed allertare sul caso l’amministrazione comunale. In effetti, precedentemente, in prossimità di tale scivolo vi erano le strisce blu della sosta a pagamento, e capitava spesso che i cittadini non riuscivano a percorre tale percorso agevolato causa la sosta delle autovetture che ostruiva il cammino. Ed infatti, raccontavano alcuni cittadini: “Spesso capita che, alle nostre lamentele, gli automobilisti eccepiscono che il parcheggio in tale punto non è vietato, tanto che è pure delimitato dalle strisce blu della sosta a pagamento”. Vicenda che finalmente è stata chiarita, con la soddisfazione di Sicignano. “Siamo contenti – spiega il vice coordinatore regionale dei Cdl – che grazie alla nostra opera di denuncia, l’ennesima disfunzione amministrativa sia stata chiarita. Proprio come accaduto con le giostrine, con alcuni elementi di arredo della villa comunale e con la videosorveglianza di parte della città, per cui avevamo realizzato finanche una petizione popolare. In verità – aggiunge Sicignano – negli ultimi tempi, attraverso la nostra opera di denuncia, ci siamo resi conto di aver fatto, per gli stabiesi, molto di più di quanto fatto dallo stesso Sindaco e Giunta messi insieme. Nel nostro piccolo, con la nostra attività quotidiana, siamo stati, finora, la vera amministrazione comunale ‘ombra’ di questa città. In più di una occasione – conclude – abbiamo dettato i tempi dell’agire al Sindaco”. Soddisfazione è stata espressa anche da Massimiliano Zurlo, commercialista e dirigente del gruppo giovani del Circolo: “Questa è l’ennesima risposta verso coloro che capziosamente ed immotivatamente disapprovano la nostra azione quotidiana di protesta”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico