Campania

10.000 visitatori alla mostra sul Teatro San Carlo

Alessandro NicosiaNAPOLI. Grande successo di presenze per la mostra dedicata ai tre secoli di vita del Teatro San Carlo di Napoli. L’articolato percorso espositivo, sintetizzato nel titolo “Alla scoperta di un Protagonista.

Il Teatro di San Carlo di Napoli”, inaugurato lo scorso 2 luglio dal ministro Sandro Bondi nel Palazzo Reale in Piazza del Plebiscito a Napoli, ha gia accolto in meno di un mese circa diecimila visitatori. A rendere pubblica la notizia sono gli stessi organizzatori, suffragati dalle stime desunte sia dai dati relativi ad i flussi turistici in città che dai report giornalieri redatti dal personale interno impiegato nelle funzioni di accoglienza e custodia dei beni esposti.
“Non è possibile dare cifre precise – commenta l’organizzatore e curatore Alessandro Nicosiavisto che con grande sensibilità il Commissario Straordinario del Teatro San carlo, Salvo Nastasi, ha voluto che il pubblico potesse visitare gratuitamente l’esposizione”. Ideata con l’obiettivo di testimoniare al grande pubblico l’importanza che questo Teatro ha per la Cultura e propedeutica alla prossima nascita del Museo Storico del San Carlo, la mostra ne racconta la storia, ripercorrendo tutti i suoi momenti salienti attraverso una varietà di materiali originali, scenografie, bozzetti, costumi, figurini, disegni, dipinti, materiali d’archivio, libri e fotografie.
“Il dato fondamentale – continua Nicosia – è che migliaia di cittadini e turisti sono stati coinvolti in un percorso che offre l’inedita opportunità di conoscere le innumerevoli eccellenze che la storia del Teatro San Carlo di Napoli disvela al pubblico per la prima volta”. L’esposizione, a cura di Alessandro Nicosia, Laura Valente e Giusi Giustino, che resterà aperta, ad ingresso gratuito, fino al 2 novembre, nasce sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Direzione Regionale per la Campania e della Provincia di Napoli ed è promossa dalla Fondazione Teatro di San Carlo di Napoli, per l’organizzazione generale è della società Comunicare Organizzando.
Il percorso espositivo richiama l’attenzione del pubblico attraverso il susseguirsi di sezioni tematiche in cui vanno a contaminarsi supporti multimediali con contributi audiovisivi e materiali storici conservati dal Teatro nel corso della sua pluricentenaria attività.
Si comincia dal presente, invitando, ad esempio, il pubblico ad accostarsi alle straordinarie macchine sceniche di Luigi Ontani, Mimmo Paladino e Mauro Carosi, allestite nei cortili del Palazzo Reale per proseguire poi, per segmenti tematici, un viaggio nella vita del Teatro San Carlo, in questa che molti hanno gia definito “una straordinaria quanto irripetibile avventura”. Una significativa sezione della mostra è dedicata ai maggiori interpreti dell’opera lirica, italiani e stranieri, tra cui Enrico Caruso, Giuseppe di Stefano, Mario del Monaco, Renato Bruson, Luciano Pavarotti, Maria Callas, Renata Tebaldi, Raina Kabaivanska, Montserrat Caballè e Katia Ricciarelli, esponendo preziosi documenti, foto e costumi di scena riferibili ad alcune memorabili interpretazioni che li hanno visti protagonisti di celebrate esecuzioni proprio sul palcoscenico dello storico teatro napoletano. Ma ci sono anche sezioni che espongono costumi e foto delle più grandi étoiles del balletto come Roland Petit, Maurice Béjart, Rudolf Nureyev, Margot Fonteyn, Carla Fracci, Vladimir Vassiliev, oppure documenti e materiale inedito delle “grandi bacchette”, da Toscanini e Mascagni a Richard Strauss, da Salvatore Accardo, Giuseppe Sinopoli e Lorin Maazel fino a Rostropovich, e dei grandi compositori come Bellini, Donizetti o Verdi che scrisse a Napoli la sua unica composizione cameristica Quartetto d’archi, fiore all’occhiello di questa mostra. Info: www.teatrosancarlo.it

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico