Aversa

Moschetti spiega perché ad Aversa ci sono ancora rifiuti

L'assessore MoschettiAVERSA. “Dobbiamo spiegare ai cittadini perché, malgrado sia stata sbandierata più volte la fine dell’emergenza rifiuti in Campania, la raccolta ad Aversa, sia non del tutto efficiente”.

Così esordisce l’assessore all’ambiente Giuglielmo Moschetti, che continua: “Il disagio attuale che sta vivendo la città di Aversa riguarda problematiche strettamente inerenti al passaggio che stiamo avendo dal vecchio gestore, Geoeco S.p.a., al nuovo gestore, Consorzio unico delle province di Caserta e di Napoli. Quest’Amministrazione –continua Moschetti – nonostante i vari incontri richiesti ed ottenuti con i responsabili del settore, dottor Stancanelli, dottor Palmieri e Generale di Divisione Rao, non è riuscita ad ottenere risposte esaurienti circa i disservizi attuali”. L’ente Comune nei giorni scorsi, al fine di migliorare la situazione di raccolta dei rifiuti, si è prodigato nel farsi da garante per i rifornimenti di gasolio agli automezzi nonché nel garantire il supporto di mezzi meccanici per la raccolta dei rifiuti. “Il servizio non riesce a migliorare”, tuona Moschetti ed aggiunge: “In quanto l’autoparco dell’Ente gestore è ridotto per avarie e per l’impossibilità di procedere alle riparazioni. Non possiamo affidarci ad altri per la raccolta perché, per legge, questo Comune, deve obbligatoriamente affidarsi al Consorzio unico delle province di Caserta e di Napoli, per cui è vanificata ogni progettualità in ordine a percorsi alternativi di raccolta”. Nella giornata di domani l’assessore incontrerà la commissione consiliare permanente all’ecologia per informarla in merito alle ultime nuove vicende in materia di raccolta dei rifiuti. “Per quanto riguarda – conclude Moschetti – la giusta richiesta di iniziare la raccolta differenziata, allo stato sembra un paradosso pensarci in quanto dovendo, per legge, effettuarla l’attuale Ente Gestore, sarebbe sicuramente un fallimento atteso l’attuale stato di difficoltà in cui sta vivendo l’ente stesso”.

Articoli correlati

Aversa e i rifiuti: una storia infinita di Raffaele De Biase del 5/08/2008

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico