Trentola Ducenta

Difesa del territorio: nasce l’associazione Pro Polis

“Pro Polis”TRENTOLA DUCENTA. E’ tempo di nuovi sodalizi a Trentola Ducenta, dove è nata l’associazione “Pro Polis”, una onlus presieduta dall’architetto Antonio Iuliano, che si pone l’obiettivo della salvaguardia del territorio.

Il direttivo è composto da Francesco Argenziano, Nicola Di Maio, Luigi Frezza, Raffaele Granata, Emanuele Ordinario, Salvatore Sagliocco.

“L’associazionismo recentemente ha avuto un’espansione rilevante nell’agro aversano. – affermano i componenti del direttivo nell’illustrare il programma dell’associazione – Ciò denota una rinnovata voglia di partecipazione alla vita pubblica e un crescente senso di responsabilità, stimolati anche dalle numerose problematiche legate al nostro territorio. Tra queste il disastro ambientale perpetratosi intorno a noi, sia per responsabilità politiche degli amministratori della cosa pubblica, sia per la cattiva educazione all’ambiente che alberga nelle nostre menti. E’ da questa presa di coscienza che nasce la nostra associazione, quella che con il presente manifesto si vuole portare all’attenzione dei cittadini. Il suo obiettivo fondamentale è la salvaguardia del territorio, intesa come conoscenza e valorizzazione dell’ambiente, miglioramento dei servizi e delle strutture, riscoperta di valori culturali e artistici, tutte cose necessarie per una crescita interiore dell’uomo e del cittadino”.

“Pro Polis”, chiarisce il direttivo, “non ha finalità politiche, ma inevitabilmente cozzerà con la politica quando con essa si dovrà confrontare. L’unico intento è, e sarà sempre, la tutela del territorio, quindi non solo emergenza rifiuti ma anche salvaguardia della parte architettonica della città, miglioramento della viabilità, creazione di spazi verdi, in sintesi realizzazione di una città a misura d’uomo. Non mancheranno – concludono i membri del sodalizio – momenti di aggregazione collettiva intorno ad iniziative a carattere culturale e popolare, cui si chiederà la massiccia partecipazione di tutta la cittadinanza”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico