Sant’Arpino

Pd: “136.646,40 euro è il ‘costo zero’ della Giunta Di San

 SANT’ARPINO. Finalmente qualche squarcio ufficiale sulle indennità di carica degli amministratori.

E’ vero ci eravamo sbagliati, i conti non tornano e quindi abbiamo interpellato il Segretario Generale del Comune che ci ha risposto che l’intera Giunta costa 8.289,10 euro al mese a cui si aggiungono l’indennità del Sindaco di euro 3.098,75 (o euro 2.788,87 nemmeno questo è chiaro!) che lo stesso, pensando al Comune come una sua società privata utilizza per “devolverli” in beneficenza a due associazioni (sic!). Quindi abbiamo il vero costo della giunta di euro 11.387,20 per complessivi euro 136.646,40 l’anno. Ovvero, confermiamo, ci eravamo sbagliati nei conti, infatti la Giunta Di Santo, solo per le indennità di carica, costa 45.000 euro in più della precedente!

Non solo, dai conti effettuati, sulla base delle notizie date dal Segretario Comunale, si scopre anche che la Giunta è stata colta con “le mani nel sacco”. Infatti, le indennità liquidate sono superiori a quelle spettanti e certificate dal Direttore Generale, anche se, a nostro avviso ci potranno essere ancora delle sorprese!

Come vedete, cari concittadini,abbiamo avuto la conferma ufficiale che, sulle indennità, Alleanza Democratica, in campagna elettorale mentiva sapendo di mentire. E l’ha fatto alla faccia della trasparenza, del risparmio e prendendo in giro gli elettori!

Senza contare i costi occulti, quali: l’auto blu parcheggiata nel palazzo ducale a prendere la polvere, mentre si continua a pagare il canone di locazione, e si utilizza l’auto di servizio del Comando Vigili Urbani, sottraendola ai servizi di controllo e vigilanza del territorio. Questo significa aumentare i costi e sprecare i soldi pubblici! Saremmo anche curiosi di sapere di quanto sarà aumentata la bolletta telefonica delle utenze comunali. Ovviamente, come per le indennità, ci aspettiamo una nuova telenovela.

Per non parlare dei costi esorbitanti che stanno aumentando nella “Multiservizi” per “pagare” gli impegni presi in campagna elettorale, con revoca e nomina di un nuovo consiglio di amministrazione, nomina di due consulenti al posto di uno, assunzione di personale in spregio a qualsiasi norma di trasparenza e di gestione e senza alcuna garanzia per i tanti disoccupati santarpinesi.

Dopo le vacanze vi aspetteremo per la prossima puntata.

Il Pd di Sant’Arpino

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico