Sant’Arpino

Festeggiamenti patronali, la statua di S.Elpidio portata in Chiesa

Di Santo con gli amministratori e il parrocoSANT’ARPINO. Grande folla e grande commozione lo scorso giovedì sera quando, come ogni anno, la Statua di bronzo del Santo Patrono è stata prelevata dalla casa Magliola in via Compagnone e riportata nella Chiesa di Sant’Elpidio in Piazza Umberto I.

La cerimonia è iniziata con la deposizione delle corone di alloro al monumento e alle lastre epigrafi in onore dei Santarpinesi caduti in guerra. Presenti per l’occasione il Sindaco Eugenio Di Santo, gli Assessori Rodolfo Spanò, Ernesto Capasso, Antonio Guarino, Salvatore Lettera, Gianluca Fioratti, Elpidio Iorio, Aldo Zullo, Raffaele Lettera e Giuseppe Lettera. Quest’anno la cerimonia è stata impreziosita dalla presenza della fanfara della brigata bersaglieri “Garibaldi” di Caserta che sta degnamente onorando la nostra nazione nelle difficili missioni di pace in ambito internazionale e dalla partecipazione di una l'intervento di Di Santorappresentanza di ufficiali, sottufficiali e volontari del 17° reggimento – addestramento volontari di Capua, vera e propria fucina dei soldati del futuro. L’arrivo in Piazza della statua di S.Elpidio è stato salutato con fuochi d’artificio e l’ingresso in Chiesa con il suono dei sacri bronzi e con le stupende note dell’organo parrocchiale inneggianti un canto di lode in onore del Santo.

“Una cerimonia toccante – ha dichiarato il Primo Cittadino Di Santo – che, in nome del mantenimento delle antiche tradizioni, ha dato inizio ai festeggiamenti solenni in onore del nostro Santo Patrono. La resa degli onori con le corone di alloro ai caduti in guerra rappresenta il dovuto omaggio a chi ha reso possibile a difesa dei valori e di quella libertà che oggi viviamo difendendo la patria a costo della vita. La festa in onore di S.Elpidio rappresenta l’occasione per far rivivere le nostre tradizioni e sentirci parte di un’unica grande comunità. Con grande gioia e di spirito di fede rivolgo, a nome mio e dell’intera Amministrazione Comunale, un sincero plauso e un vivo apprezzamento al parroco Don Umberto D’Alia, al Comitato Festeggiamenti e a tutta la comunità Parrocchiale per gli sforzi e la dedizione profusa nell’allestimento dei solenni festeggiamenti in onore di S.Elpidio. Il nostro auspicio è che, ancora una volta, la festa rappresenti un momento di profonda riflessione e di forte stimolo a proseguire il nostro percorso di vita nella consapevolezza della gioia dei valori cristiani e della luminosa testimonianza di fede del nostro amore per S.Elpidio”.

La fanfara dei Bersaglieri

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico