Maddaloni - Valle di Maddaloni

Casello autostradale Maddaloni-Interporto Sud Europa: posa prima pietra

Nicola CosentinoMADDALONI (Caserta). Il rilancio dell’economia per lo sviluppo di Terra di Lavoro ed il meridione tutto, passa attraverso iniziative di collaborazione tra la lungimiranza imprenditoriale privata e l’impegno politico delle istituzioni.

E la posa della prima pietra che precede l’avvio dei lavori per la realizzazione dello svincolo autostradale di Maddaloni, con ingresso dedicato all’Interporto Sud Europa, rappresenta l’esempio di una sinergia operativa da prendere a modello. E’ il trait d’union che ha unificato gli interventi del ricco parterre di autorità che hanno voluto partecipare questa mattina alla cerimonia della posa della prima pietra che si è tenuta a Maddaloni, all’interno dell’area dedicata alla logistica dell’Ise. Presenti tra gli altri il sottosegretario all’Economia Nicola Cosentino che ha ribadito il ruolo di centralità del sistema infrastrutturale italiano per lo sviluppo del Paese: “Il nostro impegno – ha dichiarato nel corso della manifestazione – è convogliare l’impegno economico anche dell’Unione Europea sul tema della crescita infrastrutturale dell’Italia tutta e del Mezzogiorno in particolare. La cerimonia di oggi- ha concluso- rappresenta la strada su cui occorre proseguire e che segue l’ottica di superare il gap tuttora esistente tra la parte più ricca del Paese e le aree del Sud”.

Dello stesso tenore le dichiarazioni dell’europarlamentare Riccardo Ventre, da sempre attento conoscitore della realtà economica casertana e del suo valore all’interno del sistema Italia: “L’Interporto Sud Europa è una grande realtà oltre che occasione di sviluppo economico del territorio”. Per tale motivo, l’onorevole Ventre dopo aver portato il saluto del vicepresidente della Commissione europea, onorevole Tafani, ne comunica la visita ufficiale presso l’interporto Marcianise-Maddaloni prevista per il prossimo mese di settembre.

Commossa la partecipazione del patron dell’interporto, l’avvocato Giuseppe Barletta, azionista di riferimento del Gruppo che da anni porta avanti il progetto della logistica e delle infrastrutture collegate al territorio casertano: “Da imprenditori, da anni, perseguiamo il sogno di veder realizzata la più grande opera infrastrutturale d’Italia e forse d’Europa proprio qui, nei luoghi a me cari perché a me vicini in termini di affetto e legami. L’occasione offerta dalla cerimonia di oggi, ci permette di guardare avanti con ancora più viva fiducia nelle istituzioni con le quali, quando si crea una squadra comune, si ottengono risultati eccezionali. Basti pensare ai tempi con cui è stato pensato ed avviato l’iter per la realizzazione dello svincolo della A30 nel territorio di Maddaloni. Un iter da record. Un esempio da avere a modello e che batte ogni precedente primato delle Regioni del nord Italia dove pure, la collaborazione pubblico-privata è la regola dell’economia e dello sviluppo”.

Da Michele Farina, sindaco del comune di Maddaloni, presente alla cerimonia con tutto il suo staffa amministrativo oltre che con l’intero consiglio comunale presieduto dall’ingegner Ciro Izzo, l’appello alle altre istituzioni “affinché – ha spiegato – si collabori in un clima di piena armonia per l’ulteriore potenziamento dell’Interporto Sud Europa. Oggi per noi è davvero un momento storico – ha dichiarato Farina – il giorno in cui viene realizzata un’opera fondamentale non solo per le tante imprese economiche insediate sul nostro territorio ma anche per i maddalonesi tutti che beneficeranno di un sistema di traffico veicolare molto più snello. Il realizzando svincolo infatti, servirà a decongestionare la statale 265 che proprio sul nostro territorio raggiunge punte di traffico davvero allarmanti”.

Soddisfazione è stata infine espressa dal Presidente dell’Interporto Sud Europa, Salvatore Antonio De Biasio: “Un grande incontro di uomini di buona volontà, quello odierno – ha introdotto così i lavori – un ulteriore successo dell’imprenditoria casertana che oggi, a Maddaloni, posa la prima pietra per la realizzazione del casello autostradale sulla A30. E’ momento di interesse significativo per lo sviluppo di tutti i settori produttivi che cresceranno di intensità in quanto facilitati dalla nuova via di comunicazione oltre che rapido accesso all’Interporto Sud Europa, ovvero al sistema della logistica e dell’intermodalità da e per l’Europa. E’ un successo della coniugazione pubblico-privata che sinergicamente realizza l’interesse del territorio sociale e di quello economico. Tutto ciò lo evidenzio come un laboratorio ed un esempio da seguire ancora di più, perché il nostro Mezzogiorno superi le difficoltà strutturali in cui anni di disattenzione politica da parte, ad sempio della regione Campania, lo hanno impoverito”.

Alla cerimonia hanno preso parte, tra gli altri, il Prefetto Ezio Monaco, il Direttore della società Autostrade Spadavecchia, il segretario regionale Confai, Maurizio Genito, il presidente della Camera di Commercio di Caserta, Mario Farina, i segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil (Colamonaci, Crisci e Farinaro), il presidente di Confindustria Caserta, Carlo Cicala ed i vertici delle forze dell’ordine di Caserta (Megna per i carabinieri, Pastore per la Guardia di finanza, il vicequestore Pascarella). Presenti anche i dirigenti dei maggiori operatori italiani ed internazionali della logistica oltre all’intero staff del Gruppo Barletta.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico