Italia

Nanga Parbat, Nones e Kehrer sono salvi

Walter Nones e Simon KehrerROMA. Walter Nones e Simon Kehrer, bloccati da dieci giorni sul Nanga Parbat, in Pakistan, sono salvi.

I due alpinisti italiani, che durante la spedizione hanno subito la perdita del capocordata Karl Unterkircher, caduto in un crepaccio, sono stati condotti al campo base dagli elicotteri pachistani che li hanno recuperati su un pianoro ghiacciato a circa 5.700 metri di quota, un punto che avevano raggiunto in mattinata con gli sci approfittando delle buone condizioni del tempo. Sono in buone condizioni di salute, anche se stanchi e molto provati. Ad attenderli al campo base c’erano Maurizio Gallo e Gnaro Mondinelli, i quali hanno riferito che il primo pensiero di Nones e Kehrer è stato per Unterkircher. Agostino Da Polenza, che ha coordinato i soccorsi da Bergamo, ha riferito che volevano ricordare il compagno morto con una cerimonia, ma non è stato possibile. Hanno per inciso il nome di Karl su un piatto che hanno posto ai piedi del cippo “Bhul”, dal nome dell’alpinista austriaco che nel 1953 riuscì per primo in solitaria a violare gli 8.125 metri di quella che è chiamata “la montagna nuda”. “Sono felice che Walter e Simon siano salvi e adesso si trovino al sicuro”, ha detto Silke, la moglie di Unterkircher. “Aspetto da loro una telefonata per capire come è morto mio marito”.

Nones e Kehrer salvivideo da montagna.org

Articoli correlati

Nanga Parbat, i due alpinisti: “Stiamo bene, domani scendiamo” di Antonia Liccardo del 20/07/2008

Nanga Parbat, avvistati i due alpinisti di Giusy Di Marsilio del 18/07/2008

L’alpinista Unterkircher disperso sul Nanga Parbat di Antonio Taglialatela del 16/07/2008

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico