Italia

Federalismo e giustizia insieme: parola di Silvio

Silvio Berlusconi e Umberto BossiROMA. In occasione dell’inaugurazione della fondazione ‘Medidea’ all’Ara Pacis, il premier Silvio Berlusconi ha voluto rassicurare i presenti che non esiste nessun contrasto con la Lega.

Le dichiarazioni del presidente del Consiglio si riferiscono alla pressione da parte del partito del Carroccio sul federalismo considerata una riforma prioritaria rispetto a quella della giustizia. Ma il Cavaliere ha riferito di un clima sereno nella maggioranza: “Ho parlato ieri sera con Bossi: non c’è alcun contrasto con la Lega. Il federalismo non è un biglietto che paghiamo per il mantenimento della coalizione. Abbiamo tuttavia la riforma della Giustizia come progetto prioritario. Come dice un proverbio latino simul stabunt, simul cadunt… non credo che arriveremo al simul cadunt. In una camera si esaminerà il federalismo fiscale, in un’altra, contestualmente, la riforma della giustizia”. Il presidente del Consiglio ha aggiunto: “Presenteremo il progetto al Parlamento a settembre e si tratterà di migliorare la giustizia. In gran parte la riforma sarà dedicata alla giustizia civile che oggi ha tempi insostenibili. Poi ci sarà una parte sulla giustizia penale. Si andrà nella direzione di una giustizia che sia al servizio del Paese e non finalizzata alla lotta politica come oggi è chiaro che sia”.

Il premier è tornato a parlare anche della giustizia italiana in riferimento ai magistrati ed al recente caso della carcerazione del presidente della Regione Abruzzo Ottaviano Del Turco: “Ho fiducia nella magistratura. Io ho subito processi fondati sul nulla da parte di alcuni procuratori, ma giudici mi hanno sempre assolto con formula piena quindi ho ragione ad avere fiducia nei magistrati. – continua Berlusconi – Io non ho detto che le accuse a Del Turco sono solo un teorema, anche perché non conoscevo le carte e le accuse. Ho detto come garantista che, poiché su 100 processi 50 risultano immotivati, mi auguro che queste accuse si possano annoverare fra quelle che decretano l’innocenza. – conclude – Mi sembra di aver avuto un atto di riguardo e anche di generosità verso un avversario politico”.

Nonostante il Cavaliere abbia rassicurato la Lega, questa mattina, il ministro della Semplificazione Roberto Calderoli ha incontrato il ministro ombra del Pd sulle Riforme Sergio Chiamparino per discutere, appunto, “dei principi guida della legge sul Federalismo fiscale”. Il sindaco di Torino si è detto disponibile e ha affermato: “Convengo sul carattere prioritario di questi temi, che sarebbero un primo passo per l’ammodernamento del paese”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico