Italia

Caso Eluana: Camera vota sì al conflitto d’attribuzione

Eluana EnglaroLa Camera dei deputati ha approvato la proposta di sollevare un conflitto di attribuzione alla Corte Costituzionale sul caso di Eluana Englaro.

La mozione, presentata dalla maggioranza parlamentare, ha ricevuto i voti favorevoli del Pdl, della Lega e dell’Udc, mentre l’Idv ha votato contro e il Pd non ha preso parte alla votazione. La sentenza, che autorizzerà a sospendere l’alimentazione della ragazza, sarà votata venerdì a Palazzo Madama. “Apprendiamo con grande soddisfazione che la Camera ha approvato la proposta di elevare un conflitto di attribuzione sul caso di Eluana Englaro. -dichiara il vicepresidente vicario dei senatori del Pdl Gaetano QuagliarielloQuesta iniziativa che domani vedrà l’aula del Senato impegnata in un dibattito che mi auguro possa avere lo stesso esito, è la dimostrazione che su tematiche come il confine tra la vita e la morte,una forza nuova come il Popolo della Libertà invece di mettere la testa sotto la sabbia va avanti, sviluppando solidarietà che superano divisioni di altri tempi come quella tra laici e cattolici, e si affermano non solo all’interno dei gruppi ma anche nella collaborazione proficua tra i gruppi della Camera e del Senato”. Diversa la posizione di Antonello Soro, capogruppo dei deputati del Pd, che ha affermato: “Siamo contrari alla decisione di proporre il conflitto di attribuzione. Consideriamo che sia un modo rozzo e strumentale per affrontare un problema molto serio.Il Parlamento – ha concluso – deve fare una legge che disciplini la parte finale della vita per evitare che ci siano vuoti di legge che consentano ai singoli magistrati di affrontare problemi al di fuori di una previsione organica della legge”. Eluana è in uno stato vegetativo da 16 anni in seguito ad un incidente stradale e la sua storia è rimbalzata alla cronaca grazie alla battaglia legale portata avanti dal padre Beppino Englaro che, da anni, cerca di porre fine ad una lunga agonia della ragazza.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico