Esteri

Israele, il si per lo scambio di detenuti con Hezbollah

Scambio miliziani (da Tg Com)GERUSALEMME. E’ arrivata stamane l’approvazione ufficiale da parte del governo israeliano per lo scambio di prigionieri con le milizie sciite libanesi di Hezbollah.

Lo scambio che dovrebbe avvenire domani in mattinata è stato reso noto da Eli Yishai, vicepremier dello Stato ebraico. La decisione presa a larga maggioranza prevede la scarcerazione da parte di Israele di cinque miliziani in cambio del rientro di due soldati, Ehud Goldwasser e Eldad Regev, rapiti nell’estate del 2006 nel corso di un raid sciita in territorio israeliano e considerati ormai morti. L’approvazione dello scambio, che dovrebbe avvenire al valico di Naqura attraverso il controllo da parte del comitato internazionale della Croce Rossa, si è concluso grazie alla mediazione delle Nazioni Unite. I militanti che saranno messi in libertà sono: Samir Kantar del fronte di liberazione della Palestina, condannato all’ergastolo per un attentato nel 1979, Khodr Zaidane, Maher Kurani, Mohammad Sorour e Hussein Suleiman. Dopo una cerimonia organizzata dal movimento libanese sciita, i cinque miliziani verranno trasportati in elicottero all’aeroporto di Beirut, dove ad attenderli ci sarà un’altra cerimonia di benvenuto, alla presenza di alte cariche dello Stato e di Hezbollah.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico