Cesa

De Angelis e il gruppo Udeur si rendono indipendenti

Vincenzo De AngelisCESA. L’assemblea dell’Udeur dichiara conclusa l’esperienza con la formazione del Campanile. Da oggi il sindaco Vincenzo De Angelis e l’intero gruppo consiliare …

…composto dall’assessore Stefano Verde, dal capogruppo Raffaele Bencivenga e dai consiglieri comunali Lorenzo Marrandino e Raffaele Bortone, formeranno un gruppo indipendente denominato “Unione Democratica per Cesa”. Il nome è ereditato dalla lista uscita vincitrice alle passate amministrative.

Stefano Verde “E’ stato un percorso esaltante e stimolante. – ha dichiarato Stefano Verde ormai ex segretario dell’Udeur – Un’esperienza che ci ha consentito di esser tra la gente con risposte concrete alle istanze dei cittadini. Siamo gradi ai segretari provinciale, regionale e nazionale dell’Udeur che durante questo tragitto sono stati vicini a noi e vicino a Cesa. Ma – ha aggiunto – dobbiamo prendere atto che il progetto di cui abbiamo fatto parte ha ormai esaurito i propri effetti. Per questo motivo abbiamo deciso di sciogliere l’Udeur, ma di non disperdere un patrimonio di esperienza, di idee moderate e di proposte interessanti. Al momento – ha spiegato Verde – abbiamo chiesto al sindaco De Angelis e al gruppo consiliare di assumere una posizione indipendente. Allo stesso tempo abbiamo dato loro il mandato di avviare un confronto con gli altri partiti per capire in quale formazione possiamo sviluppare la nostra proposta politica. Certamente nel centro sinistra la novità è sicuramente il Partito Democratico, con tale formazione abbiamo in comune numerose affinità sul piano etico, dei valori morali e delle proposte”.

Insomma, nei prossimi giorni per l’ormai ex gruppo degli uderrini potrebbero esserci sorprendenti risvolti politici. “Sicuramente ci saranno delle novità, – ha chiosato Verde – anche perché ci sono gli assessori Alfonso Liguori e Nicola Autiero, ex diellini, che sono pronti a condividere questo percorso con noi, pertanto faranno parte del gruppo indipendente che stiamo costituendo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico