Campania

San Nicola, Esposito: troppi prestiti e debiti per il Comune

Lucia EspositoSAN NICOLA LA STRADA (Caserta). In piena stagione estiva non è facile per un consigliere comunale dell’opposizione riuscire a parlare di debiti ed aumenti delle tasse comunali.

Si corre il serio rischio di “rovinare” le vacanze a “quei pochi” che ancora se le possono permettere ed a tutti coloro – e sono la stragrande maggioranza – che, invece, “debbono restare in città”, obtorto collo. Ma Lucia Esposito, leader dell’opposizione ed ex assessore provinciale nella giunta De Franciscis, non si è mai sottratta al ruolo ispettivo che la carica di consigliere comunale le ha assegnato, e lo ha fatto anche recentemente nelle ultime due assise cittadine, una delle quali era rivolta all’approvazione del Rendiconto 2007. “Dando uno sguardo ai documenti contabili comunali – ha sottolineato Esposito – emerge che il ricorso ai prestiti dal parte del comune è senza freni. Aumentano gli interessi da pagare ogni anno. Siamo, oramai, in prossimità dei 600.000 euro l’anno; aumenta il debito che già si aggira sui venti milioni di euro. E non si parli più di pareggio o avanzo di bilancio, poiché ci si può arrivare anche contraendo altri debiti”. Il Rendiconto 2007 ha fatto registrare un avanzo di gestione di 175.000 euro, ben lontano, comunque, dal milione e mezzo di euro del 2003. “Intanto” – ha aggiunto – la tassa sui rifiuti è arrivata alle stelle, anche se l’hanno chiamata “tariffa”, mentre l’Irpef (la trattenuta che viene applicata sulle buste paga di tutti i residenti di San Nicola La Strada) è raddoppiata (infatti è passata dallo 0,4 allo 0,6, ndr.). Non parliamo del costo di una carta d’identità e di ciò che si ricava con le multe ai semafori per colpa del photored. Nel frattempo, sono arrivati (ed in funzione) anche gli autovelox. Alla faccia della prevenzione – conclude l’esponente del Pd – specialmente considerando che parliamo del Viale Carlo III^. E pensare che nelle casse del comune già entrava all’incirca un milione di euro all’anno”. Insomma, per i sannicolesi si prospetta un autunno non caldo, ma addirittura “bollente”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico