Campania

San Marcellino, l’opposizione chiede convocazione Consiglio

Francesco D’Angiolella SAN MARCELLINO (Caserta). Scadono oggi i termini per la convocazione del consiglio comunale richiesto dai consiglieri di minoranza lo scorso 26 giugno.

Commissione elettorale comunale (in particolare si contesta la presenza dell’assessore Pasquale Vitolo all’interno della commissione che risulterebbe irregolare), unione dei comuni (con particolare riferimento all’applicazione dell’articolo 2 della legge finanziaria del 2008), affidamento servizio igiene urbana (affidato attualmente al GeoEco), posizione giuridico-amministrativa dell’ingegnere Giovanbattista Pasquariello, responsabile dell’area infrastrutture del Comune, e dell’architetto Nicola Massimo, responsabile dell’informatizzazione della raccolta differenziata, discussioni sulle determinazioni numero 95 e 96 del 21 aprile del 2008 a firma del segretario generale Federico Gargiulo (le due determinazioni riguardano i progetti incentivanti per le attività di collaborazione e coordinamento delle attività del servizio civile volontario e di quelle della raccolta differenziata e dell’igiene urbana), esame delle condizioni di eleggibilità e compatibilità dei consiglieri comunali, asilo nido. Questi gli argomenti all’attenzione del Consiglio indicati nella richiesta che porta la firma dei consiglieri D’Angiolella, Bocchino, Colombiano, Campanile, De Marco, Pellegrino, De Cristofaro. Manca a calce del documento, ancora una volta, il nome dell’altro consigliere dell’opposizione Domenico Granata.

Intanto, le polemiche dell’opposizione non si placano. E’ Francesco D’Angiolella che avanza un’opposizione rispetto alle modalità con cui è stata stilata e pubblicata la colonia estiva. “Il manifesto dell’evento è stato affisso il giorno 13 e solo il giorno successivo, il 14 luglio, la delibera è stata approvata. Secondo quanto è a mia conoscenza – afferma D’Angiolella – questa procedura è anomala se non illegale. Inoltre le richieste di partecipazione sono già scadute, perché oggi (ieri per chi legge) era l’ultimo giorno per presentarle al Comune. Mi viene il dubbio – chiosa D’Angiolella – che solo chi era già informato potrà partecipare anche perché credo sia impossibile preparare tutta la documentazione necessaria in un giorno”. Altro appunto del consigliere è inerente la scelta dei ragazzi fra i sette e i 13 anni che parteciperanno alla colonia. “Se la certificazione Isee è il metro con cui saranno scelti i ragazzi come si individuerà chi dovrà andare se tutti i ragazzi avranno reddito zero?”.

dal Corriere di Caserta, mercoledì 16.07.08 (di Luisa Conte)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico