Campania

Napoli, congresso provinciale Rc: Di Martino rieletto segretario

il tavolo di presidenzaNAPOLI. Si è concluso domenica 13 luglio, con la rielezione del segretario uscente, Andrea Di Martino, il VII Congresso provinciale del Partito della Rifondazione Comunista.

Tre giorni di discussioni e interventi in cui si sono confrontate quattro delle cinque mozioni presentate per il congresso nazionale che si terrà a Chianciano dal 24 al 27 luglio prossimi. In quella occasione si deciderà anche il nuovo assetto del partito e un nuovo gruppo dirigente nazionale. Intanto, i due terzi dell’assemblea congressuale riunita a Bagnoli nell’auditorium di Città della Scienza, hanno decretato, la vittoria della II mozione, primo firmatario Nichi Vendola con 127 voti. Mentre 61 voti sono andati l'assembleaalla I mozione primo firmatario, Maurizio Acerbo. Approvata anche la relazione del segretario uscente Andrea Di Martino e le conclusioni di Alfonso Gianni. L’assemblea congressuale napoletana dunque, rilancia, la proposta di ripartire da Rifondazione Comunista per mettere in campo una, “buona politica che metta al centro la lotta contro il precariato e per il lavoro, la difesa del salario dei lavoratori e dei pensionati per migliorare le condizioni di vita di milioni di donne e di uomini, i diritti dei cittadini a partire dai migranti e che costruisca un opposizione di massa della sinistra”. Dal congresso di Napoli emerge anche l’esigenza di aprire una verifica “di massa e dal basso” sulle caratteristiche della presenza di Rifondazione Comunista nelle amministrazioni e nelle giunte. Critiche anche all’esperienza fallimentare della Sinistra L’Arcobaleno definita, “un processo solo politicista e verticista, più frutto di mediazione fra gruppi dirigenti che costruzione dal basso”. Infine si chiede al congresso di Chianciano di decidere di organizzare a Napoli per ottobre una grande manifestazione nazionale del Prc contro la politica economica delle destre, definita, “liberista ed antipopolare”, una manifestazione per il lavoro e lo sviluppo del mezzogiorno. Con la conclusione della fase congressuale si dovrebbero spegnere le asprezze di questi mesi dovute alle contrapposizioni delle diverse mozioni in campo e rilanciare l’attività politica del partito.

i presentila votazione

la votazione

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico