Campania

Marcianise, arrestato il fratello dei boss Belforte

Pasquale BelforteMARCIANISE (Caserta). I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere hanno tratto in arresto il pregiudicato Pasquale Belforte, esponente dell’omonimo clan camorristico di Marcianise e fratello dei capiclan Domenico e Salvatore, attualmente detenuti.

Il 49enne è stato bloccato dai militari del nella sua abitazione a Marcianise in esecuzione di una provvedimento della Dda. Belforte, imprenditore nel ramo dell’edilizia, è accusato di tentativo di estorsione aggravata nei confronti di un altro imprenditore edile di Marcianise, suo concorrente, che, tra il 2005 ed il 2006, era stato costretto dal clan, con minacce e aggressioni, a lasciare la zona per fare spazio all’impresa dello stesso Pasquale Belforte.

Dall’attività d’indagine è emerso uno sconfortante quadro di relazioni tra imprenditori e camorristi e la concentrazione su alcune imprese della stragrande maggioranza dei lavori edili nelle zone controllate dal clan con la conseguente estromissione delle altre: nel territorio di Marcianise e paesi limitrofi, infatti, molti imprenditori, pur di accaparrarsi lavori anche di notevole valore, avevano contatti con la criminalità organizzata del luogo ed attraverso l’intervento dei soggetti maggiormente rappresentativi delle organizzazioni criminose operanti in quella zona riuscivano ad ottenere commesse per rilevanti importi così battendo la concorrenza di tutte le altre ditte non facenti parte di tale “sistema”.

La vicenda che ha portato all’arresto di Pasquale Belforte, apparentemente isolata, rappresenta in realtà soltanto uno degli episodi di un’attività estorsiva di maggiore e più grave entità (come si rileva anche dalle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia Michele Froncillo, Giacomo Nocera e Antonio Gerardi), tesa a monopolizzare l’esercizio d’impresa in un determinato territorio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico