Campania

Le imprese campane all’Air Show di Farnborough

Farnborough NAPOLI. Gli assessori regionali Andrea Cozzolino e Nicola Mazzocca hanno presentato le modalità della partecipazione della delegazione di imprese campane dell’aerospazio al salone internazionale di Farnborough a Londra.

L’iniziativa promossa e organizzata da Campaniaerospace, dell’assessorato alle attività produttive della Regione con il supporto del Cira, porterà alla manifestazione londinese oltre 40 imprese campane del settore. La Regione Campania nello spazio espositivo dell’Air show ha allestito e messo a disposizione della delegazione uno stand per favorire incontri B2B. A questo scopo sono stati allestiti e assegnati spazi alle aziende e sono previsti eventi per favorire contatti e confronti tra la delegazione campana con le imprese del Piemonte, Puglia e con players americani e canadesi. L’assessore Cozzolino ha confermato che il “settore aerospaziale ed aeronautico costituisce uno dei tradizionali punti di forza del sistema economico della Regione Campania per la presenza delle mag­giori grandi imprese nazionali, un tessuto fortemente sviluppato di PMI e centri di eccellenza di ricerca e produzione industriale”. Le opportunità di sviluppo per le imprese campane restano importanti anche se – è stato ricordato negli interventi – la mancata partecipazione di Alenia Aeronautica al programma Airbus dell’A350XWB ha ridimensionato significativamente le aspettative di crescita di molte imprese campane. Iniziative non solo di promozione sono al centro delle attività dell’assessorato alle Attività Produttive e, a chi lamentava poco chiarezza negli strumenti legislativi di sostegno settoriale, Cozzolino ha ricordato la riforma della politica degli incentivi e la definizione da parte del suo assessorato di moderni strumenti di sostegno allo sviluppo orientati specificamente alle aziende del settore dell’Aerospazio. L’assessore ha reso noto di avere incontrato recentemente operatori del settore della città di Amburgo – che non è solo sede di un importante aeroporto ma anche di uno dei più significativi comparti aerospaziali d’Europa – e di prevedere a settembre una specifica iniziativa per finalizzare progetti di cooperazione tra le aziende tedesche e quelle campane. L’evento anticipato da Cozzolino si raccorda con il progetto della Provincia di Napoli che nell’ambito del programma PLAIT e con il supporto operativo di Technapoli ha avviatoun fitto programma d’iniziative promozionali favorendo contatti tra Enti campani di Ricerca, Università e PMI e quelli della regione tedesca del Baden-Wurttemberg e del distretto industriale russo di San Pietroburgo. L’assessore Mazzocca ha voluto rassicurare che si farà tutto il necessario perché non si ripeta la delusione che pochi mesi addietro investì la comunità campana dell’aerospazio quando Napoli si vide negare la sessione estiva Ssp (Space Study program) e che è stata ufficialmente avanzata la proposta di Napoli quale sede dell’International Astronautical Congress (IAC) del 2012. L’assessore regionale alla Ricerca ha condiviso le valutazioni sul settore aeronautico del collega Cozzolino e ha ricordato “di avere attivato, nell’ambito di un programma quadro per la ricerca, attraverso il CARN (Campania Aerospace Research Network) un tavolo di lavoro al quale partecipano enti pubblici e privati per individuare i prodotti e le tecnologie abilitanti per sviluppare un sistema di filiera anche integrando le competenze e le attività produttive. L’aerospazio, – ha continuato Mazzocca – è un settore che ha nella ricerca un naturale presupposto per la sostenibilità di ogni azione di sviluppo territoriale e i nostri centri di ricerca pubblici e privati sono in grado di raccogliere la sfida per il lancio di nuovi prodotti come per esempio i veicoli leggeri. Le strutture regionali che lavorano in questo comparto, come il CIRA ed i Centri di competenza, possono recitare un importante ruolo a livello nazionale ed europeo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico