Campania

Castelvolturno, Idv su questione acqua a Pinetamare

PinetamareCASTELVOLTURNO (Caserta). Il segretario cittadino dell’Italia dei Valori, Fabio Russo, interviene sulla mancanza di fornitura idrica nella frazione di Pinetamare.

“Oltre tre anni fa, all’insediamento di questa nuova amministrazione, in alcuni settori i miglioramenti apportati furono immediatamente visibili, tra questi l’eterna problematica della mancanza d’acqua potabile in un comune a ‘vocazione’ turistica. Finalmente non c’erano più turnazioni e disagi …sembrava quasi la normalità. Quest’anno già da tempo si è ritornati peggio del punto di partenza …a Pinetamare siamo al ridicolo e i cittadini sono esasperati, sono più le ore in cui viene sospeso il servizio che quelle di effettiva erogazione.

Cosa è successo? Sono scomparse le condotte che tanto enfaticamente erano state annunciate e realizzate? Esiste un serio controllo contro chi illegalmente e abusivamente attraverso motori aspiranti alimenta piscine private ed altro? Presi contatti con gli uffici amministrativi della Volturno Multiutility spa, ci è stato riferito che la situazione di carenza idrica in località Pinetamare dipende dal fatto che arriva poca acqua contrariamente a quanto avveniva in passato, allorquando l’acqua c’era ma la Regione non attivava le pompe di rilancio. Oggi le pompe risultano attive, ma l’acqua a monte ha una portata e una pressione ridotte. Forti del fatto che il Comune, su loro sollecitazione, aveva scritto una nota alla Rio Russo, un mesetto fa, la società che gestisce il servizio idrico ha fatto le sue rimostranze e ha chiesto un incremento della fornitura. Lo stesso Comune ha preso contatti diretti con la Regione perché questo avvenisse. Purtroppo però la risposta che viene data dalla Regione è che la risorsa scarseggia e ciò obbliga la Volturno Multiutility a fare le turnazioni che stanno determinando i noti disagi. La Volturno Multiutility fa sapere che stanno tenendo alta la pressione sulla Regione rappresentando le problematiche che si stanno vivendo sul territorio nella speranza che si individui presto unasoluzione. Non possiamo far altro che auspicarci che il Comune di Castel Volturno sappia far valere con tenacia le Regioni del nostro territorio presso i competenti uffici regionali, e ciò in quanto un territorio che ha la velleità di diventare un polo turistico di richiamo, non può assolutamente rimanere senza risorsa idrica, principalmente in piena stagione estiva. Inoltre, molti cittadini di Pinetamare, venuti in sezione in questi giorni insieme agli amministratori di condominio, in un periodo di grande crisi idrica in zona, ci hanno chiesto d’intervenire direttamente e allo stesso tempo hanno chiesto a noi spiegazioni sulla funzione e gestione del serbatoio allocato nei pressi della Chiesa S.Maria del Mare.

Ebbene, anche in questo caso, sentito per le vie brevi gli uffici tecnici della Volturno Multiutility spa, gli stessi ci hanno risposto: ‘Trattasi di impianto anch’esso gestito direttamente dalla Volturno Multiutility spa, lo stesso riceve l’acqua dalla condotta idrica che proviene da Sud, ovvero quella dell’area napoletana, prima che venga distribuita in zona. Da qui le pompe idrauliche le spingono verso i torrini, ovvero i grandi serbatoi ubicati sulle torri orientali di Villaggio Coppola. Una volta convogliata l’acqua nei torrini, in base al principio dei vasi comunicanti, la risorsa viene distribuita in tutta l’area. In periodi di carenza idrica, quando si è costretti a ricorrere ad una turnazione, si può avere l’impressione che alcune zone ricevano l’acqua ed altre no. Ciò accade in quanto gli immobili più vicini al serbatoio, anche quando la pressione è scarsa o vi e carenza, riescono subito ad essere riforniti, laddove le zone più lontane dallo stesso sono più penalizzate perché nel momento in cui l’acqua con difficoltà riesce ad arrivare, soprattutto nei palazzi, bisogna distaccarla di nuovo per rispettare la turnazione. Addirittura, nelle zone adiacenti l’impianto può accadere, di rado, anche che l’acqua non manchi mai perché dopo averla distaccata rimane sempre una parte di risorsa nelle condotte idriche più vicine al serbatoio’.

Si forniscono queste informazioni per evitare confusione e facili strumentazioni. Chiaramente l’impianto è vecchio e fatiscente, si rendono necessari degli interventi immediati sulla rete idrica, che sembrano già preventivati, ma che presuppongono la disponibilità di risorse finanziarie adeguate. Chi deve investire? Cosa si intendeva per recupero di Pinetamare nell’accordo di programma se mancano i servizi essenziali ? E vero che gli investimenti li deve fare il comune? Per quanto attiene al nostro ruolo le risposte le abbiamo date adesso i cittadini le attendono da chi di competenza!”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico