Campania

Aerospazio, successo delle imprese campane a Londra

Campania AerospaceSi conclude sotto la pioggia, ma con notizie importanti e positive per la Campania,il Salone internazionale dell’Aerospazio e Difesa di Farnborough, a Londra.

L’amministratore delegato di Alenia Aeronautica, Giovanni Bertolone ha confermato che nel 2010 l’azienda italiana raddoppierà il fatturato del 2006 e che negli impianti campani del raggruppamento continuerà acrescerel’occupazione sostenuta dal successo industriale e commerciale che stanno ottenendo i programmi del gruppo aeronautico. Il manager dell’azienda del gruppo Finmeccanica, in un’affollata conferenza stampa, ha dichiarato che nella nostra regione cresceranno le attività produttive e di progettazione e che i risultati finora ottenuti coincidono con le aspettative e le previsioni di crescita che si è dato il top management.

Nel corso di questoultimoanno è stato consegnata la 800 a fusoliera per l’ATR 42, ha effettuato il primo volo il C-27J per il programma americano JCA, è stata consegnata la prima sezione completa al 100% per il Boeing 787 e buone notizie si prospettano per il SuperJet che impegnerà a breve i tecnici di Pomigliano d’Arco nello sviluppo e la progettazione delle nuove versioni del velivolo. Alla manifestazione inglese un significativo successo ha ottenuto l’iniziativa promossa e organizzata da Campaniaerospace, dell’assessorato alle attività produttive della Regione Campania che ha portato alla vetrina londinese del settore oltre 40 imprese campane. Campaniaerospace ha allestito nello spazio espositivo dell’Air show uno stand dove i rappresentanti delle aziende hanno avuto occasione per conoscersi e per approntare incontri B2B.

Il Ministro della Difesa, Ignazio La Russa, accompagnato dall’assessore Andrea Cozzolino e dal sottosegretario Enzo Scotti ha visitato lo chalet campano esprimendo compiacimento per il lavoro di raccordo tra un numero cosi importante di PMI e ha particolarmente ringraziato Renzo Piva, professore ordinario di Fluidodinamica alla Facoltà di Ingegneria dell’Università di Roma e presidente del Cira, per il supporto e l’impegno che il centro campano di ricerca aerospaziale ha fornito per organizzare la partecipazione alla manifestazione della rappresentativa regionale. La delegazione campana oltre alle autorità politiche ha ospitato numerose personalità del mondo industriale e delle istituzioni, dal generale Vincenzo Camporini, Capo di Stato Maggiore della Difesa,ai diversi rappresentanti degli uffici governativi del Commercio e dell’industria USA e Canada, dell’agenzia dell’innovazione industriale dell’Andalusiae della Gran Bretagna. Ma, i ritorni industriali importanti per le imprese sono attesi dai contatti che le PMI campane hanno avuto con i players e le aziende piccole e medie del settore. Un evento importante è stato l’incontro della delegazione campana con SBAC, l’associazione del comparto aerospaziale della Gran Bretagna, che lascia ben sperare in concreti sviluppi di business per l’interesse manifestato da diversi rappresentanti delle imprese inglesi per le produzioni delle nostre aziende.

Da segnalare l’interesse ad approfondire le aree di business e le attività industriali delle PMI campane manifestato dalla Mubadala, il gruppo di investimento dell’ Abu Dhabi che da tempo è presente finanziariamente in importanti aziende italiane del settore aeronautico. La rassegna di Farnborough ha consentito alle aziende della Campania di avviare contatti anche con i players come Boeing, Eads e Northrop Grumman, con i russi della Sukhoi e la Tupolev, le PMI dell’aerospazio di Puglia e Piemonte e con importanti imprese messicane, della California, Florida e Arizona e di tanti altri paesi che è impossibile registrare e ricordare. L’eccellente lavoro degli operatori di Campaniaerospace, del Cira e dei due consorzi SAM e Tecnapoli, ma soprattutto lo straordinario sforzo finanziario e organizzativo di Finmeccanica,ha caratterizzato fortemente dei colori italiani questa rassegna del Salone di Farnborough, un segnale di fiducia importante e salutare in questa fase congiunturale critica dell’economia e della struttura industriale nazionale.

La Campania e le sue imprese aeronautiche hanno registrato alla rassegna inglese un successo non scontato, riconosciuto da chi ha vissuto il Salone e apprezzato e sottolineato dall’assessore Andrea Cozzolino che quest’anno è stato presente agli appuntamenti più importanti della manifestazione e che in un incontro con tutti i rappresentanti delle aziende campane ha rilanciato il progetto di Campaniaerospace. Cozzolino ha proposto alle imprese, partendo dal protocollo d’intesa firmatocon Piemonte e Puglia per un distretto unico del settore, di costruire una mission più ambiziosa per Campaniaerospace: costruire un percorso originale che faccia da apripista per altri settori industriali che si misurano con i grandi temi del mercato globale. Promuovere le aziende ai saloni internazionali è necessario ma non sufficiente.

E’ necessario pensare ad un’articolazione di Campaniaerospace che le consenta di fornire anche nuovi servizi di marketing e di ricerca di mercato e prodotto per le imprese piccole e medie per aiutarle a scovare e cogliere le nuove occasioni di business in quelle aree del mondo dove la crescita del trasporto aereo offre immense opportunità di sviluppo per le PMI italiane e campane.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico