Pollena Trocchia

Acerra, An ricorda il giudice Borsellino

Paolo Borsellino ACERRA (Napoli). A pochi giorni dal sedicesimo anniversario dell’attentato mafioso di Via D’Amelio in cui persero la vita il giudice Paolo Borsellino e gli uomini della sua scorta, Azione Giovani si organizza per ricordarlo, attualizzandone l’esempio e lanciando la sfida alle ecomafie che con i loro traffici devastano l’ambiente e il territorio.

Non a caso la “Giornata Contro le Ecomafie” promossa dai giovani di An, su iniziativa di Ulderico de Laurentiis della direzione nazionale di Ag, avrà luogo giovedì 17 dalle 9 alle 20 in piazza Falcone e Borsellino ad Acerra, capitale del cosiddetto “Triangolo della Morte” agghiacciante definizione coniata dal “The Lancet Oncology” in riferimento al territorio compreso tra i il manifesto di Ancomuni di Nola, Acerra e Marigliano. In queste zone la mortalità per tumore al fegato e ad altri organi, supera qualsiasi media nazionale come dimostrato da diversi autorevoli studi. L’anomalo indice di mortalità per cancro è conseguenza diretta dello smaltimento illegale dei rifiuti nelle discariche abusive della zona, da parte delle organizzazioni criminali che in vent’anni hanno sepolto sostanze cancerogene e radioattive.

Slogan della manifestazione sarà “Nessuna Omertà – Basta Ecomafie” così da dare un messaggio forte e chiaro non solo alle organizzazioni criminali, ma anche e soprattutto a quei cittadini onesti la cui salute è a rischio a causa dei traffici e sversamenti illeciti che avvengono sul territorio; pertanto i militanti di Azione Giovani distribuiranno un manuale informativo e di difesa sulle attività ecomafiose comprensivo di un prestampato per denunciare discariche e sversamenti abusivi alle autorità preposte. Durante la giornata è prevista la presenza di una delegazione di An-Ag in rappresentanza dei territori limitrofi e composta da: Gennaro La Ventura, Nello Donnarumma, Giuseppe Notaro e Giuseppe Grande del direttivo provinciale dei giovani aennini, da Pasquale Spina dirigente provinciale di Ane Pasquale Fiorillo, consigliere comunale del comune di Pollena Trocchia e leader locale di Ag. “Ci impegneremo per invogliare i cittadini di Acerra e delle altre zone interessate a contribuire a rompere il muro di omertà, che in qualche modo protegge gli sversamenti illegali sul nostro territorio. Se sapremo unire gli sforzi e far si che il coraggio prenda il sopravvento, allora dimostreremo che anche grazie alla volontà della popolazione può esistere ancora una speranza per queste martoriate terre”, dichiara de Laurentiis.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico