Aversa

Sicurezza,

Domenico Ciaramella AVERSA. “E’ stata messa sotto la lente d’ingrandimento la situazione legata alla movida aversana e sono stati presi in esame i vari provvedimenti che a breve porremo in essere affinché non si ripeta più ciò che è successo negli scorsi fine settimana”.

Così esordisce il sindaco Domenico Ciaramella al termine del Comitato provinciale Ordine e Sicurezza Pubblico tenutosi questa mattina presso la Prefettura di Caserta. Alla riunione convocata dal prefetto Ezio Monaco, hanno preso parte, oltre al primo cittadino del capoluogo normanno accompagnato dall’assessore alla viabilità Michele Coscetta e dal Comandante dei Vigili Urbani Stefano Guarino, la dottoressa Vittoria Ciaramella ed il viceprefetto Franco Provolo, il questore Carmelo Casabona, il Comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri Carmelo Burgio ed il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Mattana.

“Abbiamo fatto in modo – ha spiegato Ciaramella – che tutti prendessero coscienza della ‘situazione Aversa’ e di ciò che accade nelle ‘zone calde’ della movida il fine settimana. Attualmente abbiamo già posto in essere dei servizi che si sono rivelati efficaci. Ma non basta. Abbiamo chiesto maggiore collaborazione da parte del Prefetto e delle Forze dell’Ordine. E così’ ogni settimana, a partire dalla prossima, ci sarà un coordinamento delle forze dell’ordine della Città, e dei Vigili Urbani per monitorare costantemente la situazione sul territorio comunale”.

I primi provvedimenti che saranno realizzati in seguito alla riunione del Comitato provinciale Ordine e Sicurezza Pubblico vedranno la luce già la prossima settimana. “Sarà rivisitata l’ordinanza sindacale dell’orario di chiusura dei locali pubblici. Chi non rispetterà gli orari di chiusura – lancia un monito Ciaramella – avrà a suo carico delle severe sanzioni. Non vogliamo fare sconti a nessuno, ma puntiamo anche sulla collaborazione e sul buonsenso dei commercianti. Il comando dei Vigili Urbani continuerà, così come negli scorsi fine settimana, a tenere sotto controllo la viabilità nelle ‘zone calde’ della movida”. Sarà anche presa in considerazione la possibilità di videosorvegliare tutta la zona e di cambiare alcuni sensi di marcia e “qualora venissero richieste nuove licenze commerciali, per l’apertura di nuovi locali pubblici nella zona sud di Aversa, anche se la legge Bersani lo prevede, comunicheremo al Prefetto e con lui valuteremo se bisogna rilasciare o meno l’autorizzazione, per motivi di ordine pubblico”.

I primi effetti del Comitato provinciale Ordine e Sicurezza Pubblico si vedranno da subito. Già da stasera polizia e carabinieri in borghese transiteranno nei pressi dei locali pubblici cercando di individuare i giovani più facinorosi e coloro che procurano risse e nel contempo controlleranno l’orario di chiusura degli esercizi commerciali e la vendita di alcoli. “Sono soddisfatto della riunione di questa mattina – incalza il sindaco Ciaramella – ma questo è solo un punto di partenza. Ora ognuno deve fare la sua parte. Vogliamo che i residenti delle zone dove si concentra la movida possano tornare a dormire sonni tranquilli, i commercianti possano lavorare serenamente ed i giovani possano divertirsi, ma non vogliamo risse. Continueremo, quindi – conclude il primo cittadino – a porre in essere sempre più provvedimenti al fine di raggiungere il nostro scopo per la tutela dei residenti e di chi vuole solo un sano divertimento”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico