Aversa

Sicurezza, in arrivo le ronde mobili dei vigili

Michele CoscettaAVERSA. “Credo che il nuovo servizio istituito d’intesa tra polizia municipale ed amministrazione comunale per porre rimedio ai fenomeni di violenza del fine settimana abbia già funzionato. Domenica sera i vigili hanno posto fine all’ennesima rissa tra una trentina di giovani, evitando che si trascendesse e si ripetessero gli eventi sanguinosi delle ultime settimane”.

Michele Coscetta, assessore alla sicurezza dei cittadini e alla polizia municipale, esperto del ramo quale colonnello dell’aeronautica militare, non nasconde la propria soddisfazione per come è trascorso l’ultimo fine settimana in città, dopo gli episodi sanguinosi delle scorse settimane. L’istituzione di un apposito servizio dalle 18 alle 24 del sabato e della domenica, con sei “pizzardoni” impegnati nel controllo della circolazione e delle infrazioni sembra aver dato già i primi frutti. “Speriamo – conclude Coscetta – che nel prossimo futuro si possa avere anche il supporto logistico delle forze dell’ordine che operano sul territorio. Ci stiamo già organizzando con la polizia, i carabinieri e la guardia di finanza per un coordinamento che renda più efficace l’intero servizio. Credo, inoltre, che bisogna garantire il rispetto dell’orario di chiusura dei bar che è fino a mezzanotte nei giorni feriali e fino alle una nei festivi e prefestivi”.

Lo stesso Coscetta ha preannunziato l’avvio, per questa mattina, di un altro servizio diretto alla sicurezza dei cittadini: l’istituzione di ronde mobili di vigili urbani che interesserà l’intero territorio cittadino. “Si tratta – ha affermato l’ufficiale aversano – di un servizio teso ad infondere nei cittadini il timore della possibilità che venga il vigile per controlli”. Intanto, da segnalare che, nel fine settimana, accanto alla maxi rissa, verificatasi sempre in via Michelangelo, nel tratto di strada ricompresso tra due noti bar, si sono registrate due denunzie con altrettanti ritiri di patente da parte della polizia per due giovani scoperti ubriachi al volante. Un 24enne di Villa di Briano ha costretto gli agenti ad un inseguimento da Aversa a Trentola Ducenta, mentre un 35enne è finito contro un’auto in sosta in via d’Acquisto, dopo aver provocato una serie di tamponamenti sulla Nola – Villa Literno.

Sempre in tema di movida e di polemica innescata a vari livelli in città, da sottolineare l’intervento dell’avvocato Nicola Marino, in nome di Biagio della Volpe, titolare del Bar Maracas di via Michelangelo. Il legale, dopo aver evidenziato “la circostanza di impiegare ben 15 persone regolarmente inquadrate; la predisposizione di un quotidiano servizio privato sia di pulizia che di security, per garantire tranquillità, sicurezza ed ordine sia all’interno che all’esterno del locale”, rileva come il fenomeno della movida sia noto da anni “senza che siano mai stati adottati provvedimenti risolutivi del problema”. “Ciò premesso – conclude Marino – va sottolineato come, in meno di due mesi di vita, il bar Maracas sia stato sottoposto ad almeno quindici controlli da parte della Polizia di Stato, dei Carabinieri, dell’Asl e della Polizia Municipale, controlli eseguiti con una cadenza che lascia perplessi rispetto alla media sino ad oggi registrata per i locali pubblici in genere, e, specificamente, per quelli insistenti nella zona. Il punto dolente dell’intera vicenda non è da collegare all’attività svolta ma, piuttosto, ad un maggiore controllo del territorio attraverso una più costante presenza delle Forze dell’Ordine che, da sola, costituirebbe non solo un deterrente per malintenzionati ma, soprattutto, la soluzione del problema della viabilità e del lamentato inquinamento acustico. In buona sostanza, una maggiore presenza delle Forze dell’Ordine eviterebbe soste selvagge davanti ai passi carrabili e sui marciapiedi e scongiurerebbe risse, facendo scorrere le ore notturne in totale tranquillità sia per gli esercenti delle attività commerciali sia, ovviamente, per gli stessi residenti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico