Aversa

Sagliocco: “No alle mistificazioni”. E auspica chiarezza in Fi

Giuseppe Sagliocco AVERSA. “Chi ad Aversa immagina di ridurre il confronto politico interno a Forza Italia a mera mistificazione o peggio a pura ed incoerente delazione non ha alcun futuro politico”.

Dissotterra l’ascia di guerra il consigliere regionale e coordinatore provinciale azzurro Giuseppe Sagliocco e spara a zero contro chi, ad Aversa, lo da quale “autore di trame”.“Mi pare che il tentativo di delegittimazione della giunta tecnica aversana, consumato su tesi inconsistenti e strumentali, – continua l’esponente berlusconiano – non solo non porti da nessuna parte ma costituisce la peggiore scelta politica possibile anche e soprattutto rispetto alla lodevole disponibilità di autorevoli professionisti, esponenti importanti della società civile, che hanno accettato di impegnarsi nella città per la città entrando a far parte di un esecutivo che ha di certo tutte le carte in regola per difendersi da solo senza alcuna necessità di rivolgersi a chicchessia. Ma non solo. Il tentativo maldestro di rappresentarmi come interlocutore unico degli assessori Coppola e Romano, che per la verità e mio malgrado incontro di rado, oltre ad essere assolutamente privo di fondamento, non può che confermare l’inconsistenza di chi, al solo scopo di conseguire miseri interessi di bottega, crede possibile sopperire alle proprie debolezze politiche con lo strumento della delazione e dell’inciucio”. Sagliocco, in chiusura, illustra la strada che, a suo modo di vedere, dovrebbe essere seguita: “Resto fermo nell’idea che il confronto direttivo-consiglieri rimanga lo strumento principe, l’unica strada utile e praticabile per operare scelte. Non solo per decidere gli assetti politici nelle istituzioni ma per consegnare alla città, e spero in tempi ragionevoli, un progetto in grado di dare ai bisogni della nostra comunità risposte adeguate. Ed in questo senso, considerato che certe telenovele siano durate anche troppo, auspico che nella riunione di lunedì prossimo del direttivo di Forza Italia emerga con forza la mission che il partito deve darsi in città e con essa un minimo di chiarezza nei comportamenti”. Insomma, la guerra non è ancora finita.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico