Aversa

Intesa per la nascita di “Aversa Sociale”

Lucio RomanoAVERSA. “Aversa Sociale”: sottoscritto il protocollo d’intesa tra Assessorato alle Politiche Sociali, Assessorato alle Attività Produttive e Commerciali, Commissione Consiliare Attività Produttive e Commerciali, Ascom Confcommercio e Confesercenti.

Il progetto, che partirà da novembre prossimo, prevede a favore di studenti universitari, persone di età superiore ai 65 anni titolari di assegno sociale o pensione sociale e diversamente abili la riduzione dei prezzi di vendita in vari settori commerciali, al di fuori dei saldi stagionali e dei giorni prefestivi e festivi.

“Il Progetto Aversa Sociale nasce dalla necessità di offrire un servizio che agevoli il potere d’acquisto di fasce sociali primariamente coinvolte dal continuo aumento dei costi da affrontare quotidianamente. Cerca di interpretare la richiesta di ridurne l’esposizione economico finanziaria a fronte di sempre più rilevanti esigenze per la tutela della dignità personale. Risponde ad un indirizzo etico sociale che si basa sui principi fondativi della responsabilità e della socialità, nell’ottica del bene comune”, dichiara Lucio Romano, assessore alle Politiche Sociali, che aggiunge: “L’iniziativa scaturisce dal proficuo e collaborativo impegno di analisi e progettualità svolto in solidale condivisione tra Assessorato alle Politiche Sociali, Assessorato alle Attività Produttive e Commerciali, Commissione consiliare Attività Produttive e Commerciali, Ascom Confcommercio, Confesercenti. Il Progetto rappresenta una tangibile testimonianza che la condivisione di valori, orientati alla prossimità umana, può innescare percorsi virtuosi al servizio della cittadinanza. Per tale motivo voglio esprimere un avvertito ringraziamento a tutti coloro che hanno partecipato, con entusiasmo e professionalità, alla preparazione del Progetto e che, in costanza di collaborazione, sapranno indicare i giusti correttivi, se necessari, nel corso della sua realizzazione”.

“Riteniamo che l’iniziativa Aversa Sociale sia ottima e rappresenta validamente un’idea che abbina i bisogni di fasce sociali maggiormente più deboli con l’esigenza di un commercio sempre più in difficoltà. Questo progetto è anche un momento di promozione commerciale della nostra città, in particolar modo perché si fa conoscere la competitività del commercio nostro cittadino rispetto alla grande distribuzione. Altresì si favorisce, in tal modo, una maggiore vivibilità della città di Aversa valorizzando anche la sua storia commerciale”, dichiarano Franco Candia dell’Ascom e Maurizio Pollini della Confesercenti.

La Commissione Consiliare, presieduta da Carlo Amoroso e costituita da Rosario Capasso, Alfonso Oliva, Fiore Palmieri e Raffaele Pellegrino “unitamente si ritengono soddisfatti dell’obiettivo raggiunto sia per la tutela apprestata alle classi sociali più deboli sia per aver avvicinato le varie associazioni di categoria alla pubblica amministrazione. Ciò rappresenta un volano per una migliore sintonia e sinergia tra le componenti politiche e quelle di settore associative nell’interesse della cittadinanza”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico