Aversa

Di Natale e Villano nella segreteria provinciale del Pd

Mariano D’Amore AVERSA. Soddisfatto per la nomina di Di Natale e Villano nella segreteria provinciale del Partito Democratico, il segretario cittadino Mariano D’Amore gioca al rialzo mirando ad ottenere per i suoi, in vista di un probabile rimpasto, un posto anche nella giunta provinciale.

Non nasconde, dunque, il suo compiacimento il neosegretario del Pd aversano per la nomina del professor Michele Di Natale all’ambiente e di Marco Villano alle politiche giovanili nell’appena varata segreteria targata Iodice. “Esprimo piena soddisfazione per la nomina nell’esecutivo provinciale del Pd di due componenti del coordinamento di Aversa, come il Preside della Facoltà di Ingegneria Michele Di Natale e Marco Villano, – dichiara D’Amore – peraltro con deleghe di grande importanza quali i saperi e l’ambiente e le politiche giovanili. Si tratta di un buon inizio del rapporto di collaborazione tra il Circolo di Aversa e la nuova Segreteria provinciale. Aversa – prosegue il segretario – intende recuperare il ruolo di riferimento di un territorio di rilevanza strategica quale l’Agro e partecipare da protagonista alla costruzione del Partito ed alla vita delle istituzioni provinciali. In questa prospettiva, ritengo pienamente giustificata la richiesta di una nostra rappresentanza territoriale nell’ambito della nuova Giunta provinciale che il Presidente De Franciscis si accinge a varare”. Ora, essendo nota la cautela e la puntualità delle “uscite” di D’Amore, questa rivendicazione di un posto in giunta per il circolo di Aversa sa tanto di rassicurazioni già date al Pd aversano dai notabili provinciali. Legittimo, quindi, da parte nostra, il toto-assessore interno al circolo di piazza Municipio. A chi andrà lo scranno di assessore provinciale nel De Franciscis bis? Due soprattutto i nomi che si fanno. Uno già apparso, per la verità a più riprese sugli organi di informazione, è quello di Lorenzo Diana. L’ex parlamentare, fra i padri del Pd locale, storico militante del centrosinistra e fra le figure più rappresentative della cultura antimafia, avrebbe in effetti tutte le credenziali per entrare in giunta, magari con un assessorato di peso. L’altro nome che potrebbe essere tirato in ballo è quello di Rodolfo Parisi. La nomina del consigliere provinciale,più volte in passato consigliere comunale, potrebbe essere l’implicito ma sai efficace modo per recuperare lo strappo col medico aversano, che ha più volte contestato (anche sugli organi di inforamzione) proprio i risultati delle recenti elezioni del segretario e del presidente cittadino del partito. Staremo a vedere…

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico