Villa Literno

“Una giornata al campo” con 200 persone

“Una giornata al campo”VILLA LITERNO. Quasi 200 persone, fra ragazzi, genitori ed attivisti dell’Azione Cattolica, hanno animato domenica scorsa “Una giornata al campo”, iniziativa di comunione fra giovani e famiglie tenutasi presso il Santuario Madonna del Pantano.

Una iniziativa di promozione al campo scuola parrocchiale, che si ripete ormai da decenni ogni estate, per condividere e far conoscere “la bellezza di essere e fare famiglia”. Quest’anno si andrà a Lagonegro dal 21 al 28 luglio: le iscrizioni sono già aperte. Il campo-scuola nasce dal desiderio di far sperimentare ai ragazzi, e non solo a quelli dell’Acr, una esperienza forte e significativa di comunione, che permetta loro di conoscere cose e persone nuove, stringere legami autentici con i compagni di “Una giornata al campo”viaggio, attraverso momenti di studio, riflessione, preghiere e gioco, stimolati sempre più dall’entusiasmo dei nostri animatori che, con il dono della gratuità, mettono al servizio dei più piccoli i propri talenti. “Una giornata al campo”, organizzata dall’Azione Cattolica (si ricordano la presidente AntoniaRillo e la vicepresidente Maria Luisa Mazzarella), è stato un modo per far capire anche ai genitori la profondità delle esperienze che i ragazzi vivono grazie alla parrocchia di Villa Literno. Le attività sono cominciate fin dalle 9 del mattino con l’accoglienza e la preghiera, dopodichè l’incontro con Francesco Aprile, che si è confrontato con i genitori sul tema “Rigenitoriamoci, come affrontare la fatica di educare”. Il relatore ha fatto riflettere i partecipanti sulle due principali funzioni genitoriali (affettività e normatività) necessarie per lo sviluppo di una sana relazione educativa e ha indicato come, attraverso una comunicazione fondata sui riconoscimenti, sia possibile realizzare un rapporto di fiducia e crescita in famiglia. I ragazzi si sono inoltre confrontati sulla prima lettera di San Paolo Apostolo ai Corinzi (cap. 12 vv 12-22): “il corpo, pur essendo uno, ha molte membra e tutte le membra pur essendo molte, sono un corpo solo”. Dopo la Messa delle 12 ed il pranzo, sono cominciati i giochi, durati fino alle 18. Intanto, fra le iniziative parrocchiali, va segnalata la ristrutturazione del campo sportivo dell’oratorio “San Marco” di via Po, al quale il parroco don Peppino Cartesio ha lavorato direttamente, insieme ad alcuni giovani della parrocchia. La rinnovata struttura è stata inaugurata sabato sera con un torneo di calcetto.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico