Trentola Ducenta

Rifiuti, il Comune “sversa” in via Cottolengo: residenti furiosi

i rifiuti sversati in via CottolengoTRENTOLA DUCENTA. Serata “calda” in via Cottolengo, dove dalle 22 in poi di mercoledì sera i camion della nettezza urbana che servono il Comune di Trentola Ducenta cominciano a sversare il proprio contenuto per formare dei grossi cumuli di immondizia.

Si, avete capito bene, così come avevamo già riportato nei giorni scorsi, sono proprio i camion addetti alla raccolta rifiuti a fare l’operazione di sversamento, quasi si trattasse di una discarica di rifiuti nel punto terminale di via Cottolengo. Siamo a ridosso delle mura dell’ex Ospedale Psichiatrico, a poche decine di metri dalla Scuola Elementare di Lusciano e dalla tante abitazioni che insistono nella zona. Stavolta la gente esce di casa in massa, urla, proteste contro gli operatori della nettezza urbana, i rifiuti sversati in via Cottolengovengono rilevate le targhe di qualcuno dei mezzi, vengono chiamati i Carabinieri della locale stazione di Trentola Ducenta, ma soprattutto vengono allontanati gli ulteriori camion che arrivano e che, vista l’aria che tira, decidono di ritirarsi in buon ordine. Arriva anche, così come ci riferiscono gli inviperiti residenti, un signore che si dichiara essere “assessore del comune”, che con fare non certo tenero dice a chiare lettere che l’ordine è stato dato dallo stesso sindaco, perché alle ore 2 della notte dovranno arrivare nella stessa via i mezzi dell’Esercito, per rimuovere i rifiuti accumulati, anche perché c’e necessità di una zona ampia dove poter operare, in pratica un’area di stoccaggio vera e propria. La “zona ampia” pare essere stata individuata in via Cottolengo, che in pratica, senza avviso alcuno alla popolazione residente, senza il controllo di vigili urbani, protezione civile e di qualsivoglia organo istituzionale, ma anche senza rispetto sanitario ed igienico, a due passi dalle civili abitazioni e da una scuola, diventa una discarica. Attenzione, non siamo davanti ad una discarica per “poche ore”, visto che la stessa zona è martorizzata da anni dallo scarico abusivo di rifiuti, né una zona controllata da alcuno, visto che le famose telecamere che tanti soldi sono costati ai contribuenti non hanno mai funzionato.

i rifiuti rimasti dopo l'intervento dell'Esercito, ossia quelli non sversati dal ComuneLa mattinata successiva sono partite le prime denunce, visto che proprio i Carabinieri la sera prima avevano già verbalizzato su quanto accaduto. Il sindaco, Nicola Pagano, rintracciato telefonicamente dalla nostra redazione, ammette di aver avuto la necessità di stoccare alcune tonnellate di rifiuti, che alle 2 di stanotte sono state raccolte e portate in discarica dall’Esercito. Una forte necessità per cercare di portare alla normalità una situazione che sfugge al controllo di ora in ora. I residenti non hanno avuto alcun disagio e i cumuli depositati sono stati regolarmente rimossi secondo quanto preventivato, quindi solo “una tensione immotivata” secondo Pagano, anche se c’è da dire che sono stati rimossi solo i rifiuti depositati durante la notte e non quelli che ormai da giorni stanziano nel luogo.

Di certo, gli animi in via Cottolengo non sono tranquilli. Stavolta ci sono i video, le foto, le testimonianze, il rilievo delle targhe dei mezzi, questo crediamo possa bastare per restare un tantino stupefatti, ma anche per far rilevare a quel nostro lettore che ci accusava di diffondere “caxxate” su di una notizia falsa, di rimeditare su quanto detto, perché la verità, quella giornalistica, è anche coraggio di scrivere le cose, quanto è necessario che le stesse vengano scritte.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico