Sant’Arpino

La Pro Loco organizza il progetto di servizio civile

Servizio CivileSANT’ARPINO. Per il terzo anno consecutivo la ProLoco di Sant’Arpino è fra gli enti accreditati per l’organizzazione e l’attuazione di un progetto di servizio civile che darà la possibilità a tre volontari di essere protagonisti di un’importante iniziativa culturale che riguarda il territorio atellano.

Il sodalizio presieduto da Franco Pezone a partire dal prossimo autunno organizzerà il progetto “Gli Itinerari di Terra di Lavoro- Valorizzazione storia e cultura locale”. Nelle settimane addietro è stata bandita la selezione per i tre posti, che scadrà alle ore 14:00 del sette luglio prossimo. Gli interessati potranno presentare la domanda presso la sede dell’associazione sita in Via Marconi a Sant’Arpino. Il progetto si pone l’obiettivo di procedere ad una raccolta organica e sistematica della storia, delle tradizioni, dei costumi, del folklore e della gastronomia del comune alle porte di Aversa e delle aree contermini, del turismo culturale e della partecipazione. Tale lavoro è finalizzato alla redazione finale di un “vademecum” (carta dei servizi) per il turista in supporto sia cartaceo che multimediale, in lingua italiana ed inglese. Il progetto è collegato all’attività che la Pro Loco di Sant’Arpino da 25 anni svolge per far conoscere ed apprezzare il peculiare patrimonio culturale, paesistico, folkloristico e gastronomico locale.

“Dopo le felici esperienze di questi ultimi due anni – dichiara il presidente Pezone – siamo davvero orgogliosi di essere promotori di un’iniziativa grazie alla quale poter coniugare la riscoperta e la valorizzazione del patrimonio culturale cittadino con la possibilità di offrire ai giovani un’esperienza come quella del servizio civile, che può rappresentare un momento formativo dall’indubbia valenza. Attraverso questa idea contiamo, indubbiamente, di avvicinare nuove energie all’attività dalla ProLoco. Speriamo, in altre parole, di far innamorare di Sant’Arpino altri ragazzi, in modo da sentirsi sempre più coinvolti nella valorizzazione del proprio centro e di voler dare un contributo per la sua crescita sociale e culturale. Siamo fermamente convinti, del resto, – conclude il Presidente Pezone – che dovere di un’associazione come la ProLoco sia quello di sensibilizzare, percorrendo ogni strada possibile, tutti i cittadini di una determinata realtà locale e farne dei protagonisti della proprio contesto sociale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico