Sant’Arpino

“Estate Ragazzi” e potenziamento Biblioteca nei piani di Lettera

Giuseppe LetteraSANT’ARPINO. È l’assessore alla pubblica istruzione e alla cultura del Comune di Sant’Arpino, l’avvocato Giuseppe Lettera, ad annunciare l’avvio di tutta una serie di iniziative che riguardano i settori da lui seguiti.

Ma prima di illustrare quanto deciso dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Eugenio Di Santo, l’assessore Lettera sottolinea “di aver preso nota della disponibilità del leader della minoranza, Savoia, e del plauso da lui fatto per le scelte inerenti CO.DI. Mi sembra, tuttavia, doveroso ricordare all’ex primo cittadino e ai componenti dell’opposizione che il sottoscritto non ha mai parlato, nei suoi interventi, di spreco di risorse pubbliche per quanto riguarda la pubblica istruzione, bensì di sperequazione, mentre ha sottolineato di aver trovato sperperi di danaro appartenente alla collettività nel settore della cultura”. Passando agli interventi programmati dall’amministrazione in carica, l’assessore Lettera annuncia “come nel corso di una riunione tenuta negli giorni scorsi abbiamo dato, insieme ai componenti del Comitato dei Diritti dell’Infanzia, il via libera all’edizione 2008 dell’Estate Ragazzi. Ovviamente, per quest’anno, cercheremo di fare tutto quanto sarà nelle nostre possibilità, anche alla luce del fatto che già siamo a giugno. In queste ore convocheremo una riunione con tutte le associazioni operanti sul territorio per coinvolgerle nel progetto Estate Ragazzi, stimolandole a presentare delle iniziative e delle progettualità. Come ho avuto modo di rimarcare anche nei miei precedenti interventi – sottolinea ancora l’avvocato Lettera – fra le priorità di quest’assessorato e dell’intera amministrazione Di Santo vi è quella di migliorare, incrementare e dare nuovo splendore alla biblioteca comunale. Non a caso già nei giorni scorsi abbiamo chiesto un finanziamento di diecimila euro alla Regione Campania per potenziare la dotazione libraria. Abbiamo, inoltre, chiesto di poter accedere al Sistema Biblioteche Nazionali (S.B.N.). Nell’attesa di avere le risposte dalla Regione non siamo restati certamente con le mani in mano e con un’apposita delibera di giunta abbiamo acquisito mille volumi dalla fondazione ‘Pierina Mazzuccato’. Quelle che entreranno a far parte di un’apposita sezione della biblioteca intitolata all’ultima ostetrica condotta del nostro comune saranno opere antiche e moderne su Atella e sui Comuni dell’agro. Del resto è nostra intenzione creare un’apposita sezione alla storia della patria delle fabulae e ai centri nati da essa, al fine di consentire, a quanti vorranno, di conoscere le nostre radici. Il progetto di rilancio della biblioteca sarà totalizzante e oltre al giusto sguardo al passato strizzerà l’occhio anche alle nuove generazioni con l’istituzione di un internet point comunale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico