Sant’Arpino

Del Prete: “Sui rifiuti Spanò ha le idee confuse”

Elpidio Del PreteSANT’ARPINO. “Sulla questione dei rifiuti credo che non ci sia altro da aggiungere da parte nostra, se non prendere ulteriormente atto della dichiarazione di fallimento dell’attuale Amministrazione ed in particolare dell’assessore all’Ambiente”.

Lo afferma il capogruppo del Pd, Elpidio Del Prete. “Nell’ultima nota diffusa dal duo Di Santo-Spanò – continua Del Prete – si parla tanto di difficoltà e poco di iniziative. Si continua a polemizzare nei confronti della passata amministrazione non tenendo in alcun conto del nostro tentativo di avviare un costruttivo confronto poiché noi abbiamo sempre detto che i rifiuti non sono né di destra, né di sinistra. Tutti i cittadini di S.Arpino possono leggere il nostro ultimo comunicato a proposito della crisi dei rifiuti e verificare la diversità dei comportamenti. Inoltre si continua a fare confusione su molte cose, non si riesce a distinguere le varie fasi del ciclo integrato dei rifiuti e quelle della raccolta. Si continua ancora oggi, a campagna elettorale abbondantemente scaduta, a fare una inesistente differenza tra le Giunte Dell’Aversana e quella di Savoia. Insomma tutta l’amministrazione Di Santo, sulla questioni rifiuti, è sulla difensiva, dice cose non vere e tenta di scaricare responsabilità su altri. Ecco, noi non vi abbiamo mai detto che la colpa è vostra, e già questo la dice lunga sulle capacità di essere classe politica dirigente! Noi vi abbiamo solo ricordato che adesso tocca a voi affrontare e risolvere i problemi e vi abbiamo anche dato delle indicazioni e sottolineato che una cosa è opporsi per opporsi, un’altra cosa è amministrare! Che ci sia un po’ di confusione nella vostra testa lo dimostra anche la nota diffusa. Non si è capito se la raccolta partirà tra pochi giorni o tra un paio di settimane. E la differenza non è di poco conto, se solo si osserva che il gran caldo è alle porte! Poi, sulla questione se si vuole un confronto, come amate dire a 360 gradi, non dovete fare altro che iscrivere all’ordine del giorno del prossimo consiglio la questione dei rifiuti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico